Brexit, l'Unione europea respinge l'idea di un'unione doganale con la Gran Bretagna

Regolare Commento Stampare

Lo ha reso noto il governo britannico. Dovranno invece richiedere un permesso quanti vogliono lavorare, studiare o trasferirsi nel Paese.

L'Ue ha ribadito che non si occuperà della questione delle future partnership della Gran Bretagna con Bruxelles prima di aver registrato progressi sui termini della Brexit, come ha spiegato un portavoce della Commissione, rispondendo a una domanda sulla richiesta di Londra di una unione doganale temporanea.

"Essere dentro e fuori l'Unione doganale e 'frontiere invisibili' è una fantasia".

"I funzionari del governo stanno lavorando a regime e siamo fiduciosi che per ottobre avremo fatto sufficienti progressi per poter far avanzare la trattativa alla prossima fase" si legge in una nota del dipartimento per la Brexit.

Tornando al nuovo sistema di immigrazione per i cittadini Ue, secondo il Times sarà previsto un periodo di transizione dopo che il Regno Unito uscirà ufficialmente dall'Ue nel marzo 2019.