Gp d'Austria, Rossi: "La gomma dietro ha retto 10 giri"

Regolare Commento Stampare

In difficoltà le Yamaha ufficiali con Maverick Vinales sesto e Valentino Rossi settimo preceduti dalla Yamaha clienti del francese Johan Zarco. Nella classifica generale Marquez rimane in testa con 174 punti, ma Dovizioso sale a 158. Al terzo posto vi è Vinales e al quarto Valentino Rossi, staccato dallo spagnolo di ben trentatré punti. "Il punto è che noi in alcuni momenti consumiamo troppo la posteriore rispetto a Honda e Ducati che calano meno di noi: dobbiamo lavorare presto su questo punto perché così la seconda parte di gara per noi diventa difficilissima". Sempre in alto mare Andrea Iannone, solo undicesimo con la Suzuki. "Nemmeno se avessi messo la morbida dietro avrei potuto fare meglio perché Zarco è più piccolo di me e ha una guida più dolce". Sul traguardo ha mandato a quel paese l'avversario, ma poi i due si sono stretti la mano. Evidentemente funziona Jorge Lorenzo come pungolo per il Dovi che quest'anno sta disputando la miglior stagione della sua carriera da quando è in MotoGP. Ma dopo i primi giri la gara è vissuta sul duello tra Dovizioso e Marquez. Marquez: "Ero al limite, ho spinto tantissimo fino alla fine, che spettacolo". Rossi dalla settima posizione è risalito fino alla quarta.

"Mi sono preso la gara, ci ho provato in tutti i modi, ho cercato di reagire a tutte le situazioni e di fare quello che volevo in ogni momento, e bene o male ce l'ho fatta". All'inizio ho faticato a riscaldare le gomme, poi ho ritrovato il ritmo, ho fatto qualche bel sorpasso e beneficiato di qualche errore altrui.

" Oggi ho sofferto tanto, i primi 10 giri fin quando la gomma posteriore tiene". Il problema è che tecnicamente non abbiamo sbagliato niente, abbiamo fatto lo stesso run che abbiamo fatto in FP4, ma negli altri 18 non ci aspettavamo questo calo repentino.