Masters Montreal, Federer in semifinale: 6-4, 6-4 a Bautista-Agut

Regolare Commento Stampare

Delusione per Nadal che, andando almeno in semifinale, avrebbe raggiunto la prima posizione della classifica Atp al posto di Andy Murray, fermo ai box per infortunio. Una di queste è il favorito della vigilia, Roger Federer, che non delude le aspettative nei quarti di finale e si sbarazza facilmente di Roberto Bautista-Agut (testa di serie numero 12) con un doppio 6-4 in poco più di un'ora di gioco. Il tabellone agevole gli ha dato una mano a mascherare un rendimento non ancora al 100%, e i soli 74 minuti che gli sono bastati per sbarazzarsi dell'olandese riassumono bene ciò che si è visto in campo: un Federer quasi inavvicinabile al servizio, con soli 9 punti persi in tutto l'incontro, e un Haase che proprio grazie al servizio è riuscito a tenersi a galla nel secondo set, stringendo i denti di fronte ai tentativi di Roger di scappare via per evitare il tie-break. Ma stavolta, vista l'enorme posta in palio anche in chiave numero uno del mondo, Federer non ha fatto scherzi.

Giornata condizionata dalla pioggia quella dei quarti di finale alla Rogers Cup, dove solo la parte alta si allinea designando la sua semifinale.

Continua senza sosta la straordinaria settimana del classe '99 Denis Shapovalov che dopo aver estromesso Rafael Nadal dal torneo canadese, raggiunge le semifinali grazie al successo su Mannarino ed entra nella storia, diventando il più giovane di sempre tra gli ultimi quattro di un Master 1000.

L'avvio di partita si rivela come prevedibile molto teso da entrambe le parti, complice anche il clima suggestivo della sessione serale e un pubblico davvero scintillante che ha contribuito a rendere l'atmosfera degna di un appuntamento di questo calibro.