Ischia: morto un sub, donna dispersa in acqua

Regolare Commento Stampare

Tentata rapina e tentato omicidio. I due sub sarebbero padre e figlio, ma anche questa indiscrezione è tutta da confermare.

In seguito alle indagini, sono stati identificati i due aggressori, rintracciati mentre erano in spiaggia nella giornata di giovedì. Giunta la convalida, è stato dunque confermato il quadro accusatorio nei confronti dei due giovani finora incensurati. Dopo una perquisizione domiciliare, i poliziotti hanno trovato gli abiti indossati il giorno dell'aggressione e anche due coltelli.

Le pesanti accuse sono state convalidate dal Gip perché i due aggressori hanno agito con straordinaria ferocia e violenza.

Uno dei ragazzini, in particolare, è stato accoltellato alla testa in modo superficiale. E ancora peggio poteva accadere all'amico, colpito - secondo il referto dei medici del pronto soccorso isolano - per ben tre volte dai fendenti sferrati contro di lui e che gli procuravano un profondo sfregio allo zigomo destro nonché due lacerazioni alla coscia destra in prossimità dell'arteria femorale che solo per mera fortuna non erano letali. Erano insieme ad altri amici e, alla fermata del bus, uno di loro è stato avvicinato dai due giovani che gli hanno chiesto una sigaretta.