Inondazioni e frane in Nepal

Regolare Commento Stampare

Una famiglia di turisti italiani è bloccata in Nepal in seguito alle inondazioni che stanno devastando il sud del Paese e che hanno causato decine di morti. "Il numero dei morti potrebbe salire, stiamo ancora stilando il bilancio finale", ha detto a Reuters Laxmi Pun, aiutante del ministro dell'Interno Janardan Sharma.

GiaPettinelli: #Nepal: inondazioni, 600 turisti bloccati. Particolarmente allarmante è la situazione nel distretto turistico di Chitwan, dove il fiume Budhi Rapti è straripato ed ha allagato la cittadina e le campagne circostanti. "Aiutateci". E' l'appello lanciato nella notte su Facebook da Francesca Immacolata Chaouqui, la donna calabrese coinvolta nello scandalo Vatileaks, rimasta intrappolata con la famiglia dalle inondazioni in Nepal. Il comunicato rende inoltre noto di aver chiesto a Nuova Delhi di aprire le dighe di due fiumi che dal Nepal si riversano in India, in modo da permettere un maggior deflusso delle acque. Abbiamo allertato la Farnesina. Più tardi su Twitter Chaouqui ha postato una foto scattata da una finestra dell'albergo: "Siamo vivi - ha scritto - Ci sono 20 bambini". Noi non andiamo via senza che loro siano in salvo. Per favore aiutateci. Siamo senza acqua e luce.

Da Roma, la Farnesina si è immediatamente attivata per aiutare gli italiani bloccati negli alberghi. Secondo quanto si apprende, della vicenda si starebbe occupando anche la polizia locale su segnalazione del consolato italiano.