Ministero della Salute, uova contaminate non sono in commercio in Italia

Regolare Commento Stampare

E' quanto emerge da una analisi aggiornata della Coldiretti sulla base dei dati Istat in riferimento al piano di campionamenti su uova, ovoprodotti e carni di pollame per la ricerca di fipronil annunciato dal ministero della Salute dopo che la Commissione Europea ha rilevato che l'Italia figura tra i 15 Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo delle uova contaminate con l'insetticida fipronil. "Dai riscontri incrociati tra le liste di aziende coinvolte e di quelle che hanno spedito prodotti in Italia negli ultimi tre mesi, al momento risulta solo, da una segnalazione delle autorità francesi, che un'azienda di tale paese ha acquistato uova da uno degli allevamenti olandesi interessati e le ha trasformate in ovoprodotti che ha poi venduto anche presso un'azienda italiana" si può leggere nel comunicato del ministero.

Il ministero della Salute precisa, a proposito, come in Italia "non ci siano uova contaminate" infatti le autorità sanitarie "hanno sequestrato alcuni prodotti provenienti da un'azienda francese che aveva usato le uova di uno degli allevamenti olandesi" coinvolti nell'uso dell'antiparassitario.

A livello europeo i maggiori supermercati britannici, tra cui le catene Waitrose e Sainsbury's, hanno ordinato il ritiro in massa dei prodotti che potrebbero contenere le uova contaminate in arrivo dal Belgio e dall'Olanda. Questi sono i Paesi che hanno ricevuto i prodotti, ma le aziende sottoposte a controlli saranno quelle in Belgio, Olanda, Germania e Francia. Ma "l'utilizzo illegale del prodotto" è stato confermato solo in Olanda, Belgio, Germania e Francia. Dove sono arrivate le uova tossiche? Un numero molto elevato che ha reso necessaria l'importazione dall'estero, one le uova provenienti da altri paesi che sono state in totale 158 milioni lo scorso anno. Il 26 settembre si terrà una riunione d'emergenza dei ministri dei paesi coinvolti. "Noi abbiamo avuto un primo lotto di 196mila uova di provenienza dal Belgio che è stato messo sul mercato tra il 1° aprile e il 2 maggio: queste uova sono state consumate senza impatto sulla salute". Il chiarimento arriva dal ministero della Salute guidato da Beatrice Lorenzin che ha così risposto all'allerta lanciata dalla Commissione europea. Non si tratta di una riunione di crisi, l'obiettivo è quello di trarre lezioni e discutere modi per migliorare continuamente l'efficacia del sistema dell'Unione riguardo a frodi e sicurezza alimentare. Le indagini serrate hanno portato anche all'arresto di due manager di un'azienda olandese.

Un'altra tonnellata di uova potenzialmente pericolose è stata rinvenuta in Romania e 700mila sarebbero invece state vendute nel Regno Unito. Ma esemplari contaminati provenienti dai Paesi Bassi sono stati ritrovati addirittura a Hong Kong.

Il Fipronil, il cui vero nome è 5 ammino-1-fenil-2,6-dicloro-4-(trifluorometil)-4 (trifluorometilsulfinil)-1H-pirazolo-3-carbonitrile e che è conosciuto anche come fluocianobenpirazolo, è un insetticida ad ampio spettro che colpisce il sistema nervoso degli insetti inibendo il recettore GABA e uccidendoli.