Da Badelj alle soluzioni interne, ecco come il Milan sostituisce Biglia

Regolare Commento Stampare

Lesione del bicipite femorale, recita il comunicato del Milan.

Nelle ultime ore i rossoneri però hanno messo gli occhi su un altro giocatore dei viola nonché connazionale di Kalinic, vale a dire il centrocampista Milan Badelj, accostato più volte alla squadra milanista, specie nel corso delle ultime sessioni di mercato.

Biglia tornerà dunque dopo la sosta per le Nazionali, a metà settembre, se venisse confermato il quadro clinico.

Il Milan pensa alla possibilità di tornare sul mercato dopo l'infortunio di Biglia: Badelj può arrivare assieme a Kalinic, con Paletta contropartita. Il calciatore, come detto, è in scadenza di contratto nel 2018 e per la Fiorentina questa potrebbe essere l'ultima occasione per monetizzare il massimo possibile prima di perdere a parametro zero il giocatore la prossima estate.

I rossoneri guardano in casa Fiorentina, dove oltre all'attaccante torna di moda l'interesse per il centrocampista. Intanto è stato bloccato Giovanni Simeone del Genoa: sarà lui a sostituire Kalinic in caso di cessione. Un affare da circa 20-25 milioni che consentirebbe al Milan di trovare finalmente la punta centrale titolare tanto attesa da Vincenzo Montella, anche se c'è chi spera dalle parti di Milanello di convincere ancora un top player come Belotti o Aubameyang.

Badelj, cha recentemente ha cambiato agente ed è passato sotto la procura di Alessandro Lucci (il procuratore di Montella e Bonucci), potrebbe lasciare per davvero la Fiorentina in questa finestra di mercato. Il Milan ha meno di 20 giorni per prendere una decisione.