Vigilie del fuoco volontario denunciato, appiccava gli incendi e poi interveniva

Regolare Commento Stampare

Grazie ad alcuni filmati è stato denunciato dai carabinieri di Pavia. Per questo hanno deciso di installare alcune telecamere di sicurezza in diversi punti strategici e pochi giorni fa hanno scoperto il colpevole: nel video ripreso dal sistema di videosorveglianza si vede il volontario dei pompieri arrivare in macchina, dare fuoco a un cassonetto e lanciare l'allarme ai suoi colleghi.

Appiccava l'incendio e correva al comando dei vigili del fuoco, dove prestava servizio volontario, per essere il primo a intervenire.

Le indagini dei militari sono cominciate dopo una serie di incendi appiccati incendiando sterpaglie e cassonetti di rifiuti. L'uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Pavia, per i reati di incendio doloso e truffa aggravata.

La persona in questione è un volontario di 28 anni, che si è dimesso dal suo incarico.

Per giustificare il suo comportamento, il 28enne avrebbe inoltre detto che trovava il suo incarico "noioso" perché nella pianeggiante Lomellina, quasi priva di boschi, non si verificavano quasi mai incendi e capitava dunque di rado di dover intervenire operativamente.

Proprio il "brivido" di poter giungere sul posto con le sirene "spiegate" è risultata la ragione per la quale l'uomo appiccava gli incendi.

A fare insospettire quanto accadeva: roghi concentrati in una zona circoscritta e l'intervento sul posto per primo dello stesso pompiere volontario.

Il corpo dei Vigili del Fuoco intanto attraverso i profili social ufficiale comunica di aver effettuato, nella giornata di ieri, 1.215 interventi per incendi di vegetazione: 236 Lazio, 230 Sicilia, 172 Campania, 154 Puglia, 129 Calabria.