Maltempo: uomo disperso nel Rodigino

Regolare Commento Stampare

Secondo l'Ulss 5, si tratterebbe di un uomo che testimoni avrebbero visto camminare sul molo e sparire all' improvviso, inghiottito da una ondata. Non ci sono stati feriti. Una tromba d'aria di eccezionale gravità ha messo in ginocchio le linee telefoniche, divelto pali elettrici, spostato e fatto volare alberi e automobili.

Forti temporali e disagi in tutto il Centro-Nord - Sono diverse le zone del Centro-Nord colpite pesantemente dall'ondata di maltempo. Il maltempo non ha risparmiato nemmeno l'Emilia Romagna. La situazione risulta difficile nel Veneziano, nelle aree balneari fra Jesolo e Punta Sabbioni, dove i vigili del fuoco sono intervenuti per la caduta di alberi e lo sradicamento di alcune tende nei campeggi. La circolazione ferroviaria è stata interrotta per il maltempo tra le stazioni di S. Stino di Livenza e Portogruaro sulla linea Venezia-Trieste. I soccorsi sono al lavoro, ma al rilento, perché le strade sono difficilmente praticabili a causa degli alberi caduti. Lo riferisce Trenitalia. Alcuni treni diretti verso il capoluogo giuliano stanno accumulando ritardi che arrivano a 30 minuti. Unica nota positiva, come ha evidenziato un bimbo, il cui commento si sente distintamente nel vivo, è che non ci sono danni alle persone. Le violente piogge, accompagnate da forti raffiche di vento, hanno provocato la caduta di alberi, pali e altri ostacoli sulle strade. Ma i vigili del fuoco non confermano: "Per il momento non abbiamo notizie certe di un disperso ad Albarella" ha dichiarato all'Ansa Paolo Maurizi, responsabile della colonna mobile regionale dei vigili del fuoco di Veneto e Trentino Alto-Adige.

A FIRENZE CADONO PIETRE DALLE FACCIATE DEI PALAZZI - Un violento temporale si è abbattuto su Firenze causando caduta di alberi, di pietre dalle facciate di palazzi, allagamenti e black out. Il capoluogo è stato sferzato da pioggia mista a grandine per poco più di mezzora e la linea 1 della tramvia è rimasta bloccata per un blackout. I danni più ingenti si sono verificati nei campeggi di Cavallino, dove auto e roulotte sono state sfondate dalle piante divelte.

Sono una cinquantina le persone che hanno dovuto ricorrere alle cure dei Pronto soccorso degli ospedali della riviera veneziana in seguito al passaggio della tromba d'aria che ha colpito le zone di Cavallino-Treporti, Caorle, Jesolo e Bibione. Sempre a causa della forte pioggia qualche infiltrazione anche nella biblioteca Magliabechiana agli Uffizi: nessun danno però, si spiega dal museo.