Castellabate. Angelo Ferraioli annega nel tentativo di salvare la figlia

Regolare Commento Stampare

La vittima è Angelo Ferraioli, 51enne di Nocera Inferiore, odontoiatra di professione, che è morto nel tentativo di salvare la figlia 16enne in mare con un materassino.

Sono invece rimasti feriti tre uomini della Guardia Costiera di San Marco di Castellabate perchè il gommone su cui si trovavano si è ribaltato in acqua andando a finire sulla riva della spiaggia di Marina Piccola. Tutto purtroppo è accaduto davanti ai turisti presenti e ai bagnanti che nulla hanno potuto fare per aiutare l'uomo che purtroppo non ce l'ha fatta.

I tre militari hanno subito numerose escoriazioni, e sono stati trasportati all'ospedale di Roccadaspide. Sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Santa Maria di Castellabate. I due ragazzi sono stati recuperati e tratti in salvo proprio dai militari che, pur essendo stati sbalzati dal gommone da una violenta onda, sono riusciti a portarli a riva. Sul posto il tenente di vascello Gianluca Scuccimarri, comandante dell'ufficio Circondariale Marittimo di Agropoli, che ha coordinato i soccorsi.