Fuori dal coma il motociclista investito da un folle a Condove

Regolare Commento Stampare

Torino - Il motociclista di 29 anni travolto dal conducente di un furgone dopo una lite si è svegliato dal coma. Per un mese il giovane è rimasto prima in coma, poi in uno stato di torpore costante che non permetteva ai medici di valutare fino in fondo i possibili danni subiti. I sanitari della Rianimazione dell'ospedale Cto di Torino, hanno sciolto la prognosi che è di 120 giorni, salvo complicazioni.

Il fatto risale allo scorso 9 luglio ed è avvenuto sulla strada stradale di Condove, in località Gravio. Il 51enne è in carcere con l'accusa di omicidio volontario. L'artigiano Maurizio De Giulio, 51 anni, secondo l'accusa ha puntato la moto con il sella i due giovani dopo averla inseguita ad alta velocità.

LA FIDANZATA ELISA - Di quanto accaduto in quel tragico incidente Matteo Penna non sa ancora nulla.