Totti dirigente della Roma: prima volta a Trigoria da ex giocatore

Regolare Commento Stampare

La cifra sborsata dal Psg per Neymar è lontanissima, ma per la storia della Roma i 35 milioni di euro messi sul piatto per Riyad Mahrez rappresentano pur sempre un record. Se la memoria non mi inganna con l'ultima offerta, che è pubblica, sarebbe l'acquisto più caro della storia del club. Al giorno d'oggi però non ci sono stati riscontri positivi come speravamo, siamo in attesa. Stiamo anche lavorando su altre opzioni: ritengo che lo sforzo della società sia vicino al limite.

Insomma Monchi sembra lasciar aperto uno spiraglio a un possibile nuovo rilancio, sottolineando anche che "il giocatore ha già espresso pubblicamente la sua volontà, ma è giusto che rispetti il suo attuale club. Esistono delle alternative, nel momento in cui troveremo un accordo o col Leicester o con altro calciatore non potremo rimproverarci nulla". Qualora l'affare Mahrez non si dovesse concretizzare, infatti, è chiaro ai più che il ragazzo ex Crotone andrebbe ad occupare più e più volte il suo posto sull'esterno, affianco agli uomini d'attacco.

Finite le vacanze, Totti ha raggiunto Trigoria per iniziare il ruolo da dirigente: "Si è subito calato nel ruolo" confessa il collega Monchi.

Non è certo un clima fresco quello che ha accolto anche oggi la Roma a Trigoria, dopo il lunedì di riposo concesso da Di Francesco alla squadra.

I NUOVI - Totti, come ha rivelato Monchi, ha chiesto come stesse andando il mercato, come si fossero integrati i nuovi, e ha voluto assistere dal vivo all'allenamento. "La Roma è una grande squadra e dobbiamo puntare allo scudetto, possiamo vincerlo, poi vedremo come andranno le cose".