Guai finanziari per Gianluca Vacchi

Regolare Commento Stampare

Dopo i balletti sui rientri mancati, i solleciti, i pignoramenti, Banco Bpm ha detto stop ed è diventato proprietario dei beni.

Questo è il destino di chi vive nello Stivale ed è la storia, o forse il profilo, di Gianluca Vacchi, la stella di Instagram e il sirenetto tutto tatuato delle ultime estati che fa parlare di sé proprio per la sua vacuità e per essere accompagnato da modelle dal fisico straordinario. All'origine del 'crack' di Gianluca Vacchi, un prestito alla First Investment spa, la holding di partecipazioni di cui Vacchi è amministratore unico. Per ora alla banca ono andati yacht, ville, azioni e quote del golf club Casalunga di Castenaso.

La vicenda sembra semplice come riporta corriere.it: Vacchi avrebbe accumulato un debito da 10 milioni di euro con Banco Bpm, che avrebbe ottenuto il pignoramento di beni e azioni di proprietà di Gianluca. In precedenza aveva avuto problemi con altre banche, come la richiesta di mutuo ottenuto per acquistare la villa a Porto Cervo, ma all'istituto Popolare di Vicenza non è stata mai restituita interamente la cifra erogata di 6 milioni.

E' ritenuto un" fancazzista " dai quotidiani del gruppo Qn per tenerlo lontano da Ima, la multinazionale di famiglia che fattura circa 1 miliardo e 300 milioni, i cugini gli verserebbero un compenso di 5 milioni di euro per tenere alto l'onore della famiglia portando il cognome sulle copertine delle riviste aumentando la notorietà. Dai 25 ai 45 anni, ho fatto impresa in 12 settori: viaggi last minute, roulotte, orologi...