Disney: 'divorzia' da Netflix e lancerà in 2019 proprio servizio streaming

Regolare Commento Stampare

Disney 'divorzia' da Netflix e si appresta a lanciare un proprio servizio di streaming.

Secondo quanto riferisce il Wall Street Journal, non avendo la tecnologia necessaria all'impresa, Disney verserà 1,58 miliardi di dollari acquisire il controllo (con una quota ulteriore del 42%) della società BAMtecc LLc specializzata nella diffusione di canali streaming, di cui possiede già il 33%.

Uno sarà dedicato alla trasmissione di film e serie TV (debutterà nel 2019), mentre l'altro incentrato sullo sport di ESPN (arriverà nel 2018), di cui Disney detiene il pacchetto di maggioranza.

Una notizia che farà storcere il naso a molti: il catalogo di contenuti a marchio Disney è destinato a scomparire da Netflix.

Ancora è poco chiaro come andranno le cose al di fuori degli Stati Uniti: nelle sue dichiarazioni, Disney si è riferita sempre a quel territorio senza lasciare intendere di avere piani anche per il resto del mondo; per capire se i suoi contenuti spariranno anche dai cataloghi nostrani servirà dunque più tempo.

Un duro colpo per Netflix: Walt Disney ha infatti comunicato l'intenzione di rompere l'accordo entro il 2019 che legava la società con il leader dello streaming riguardo la distribuzione di tutti i film prodotti da Topolino dal 2019 in avanti.