Bizzarri a Fondazione Palazzo Ducale

Regolare Commento Stampare

Che onore. Mi mangeranno vivo" ha scritto Bizzarri in un post sul suo profilo Facebook "Un sacco di gente godrà se le cose andranno male.

In attesa dell'ufficialità relativa alla nomina di Luca Bizzarri alla guida di Palazzo Ducale che potrebbe già arrivare nelle prossime ore, non si è fatto attendere il primo riferimento di Vittorio Sgarbi nei confronti della giunta comunale di Genova guidata da Marco Bucci. Su Facebook, l'attore ha comunicato di essere pronto a impegnarsi: "Ho detto sí, alla fine di mille pensieri, per un motivo soltanto: perché sono genovese e qualsiasi genovese, davanti alla possibilità concreta di impegnarsi per la propria città, avrebbe detto si". Il passaggio dalla satira alla presidenza di un Fondazione così importante è stato breve, ma Bizzarri assicura "la mia non è e non sarà una scelta di campo, ma semplicemente un impegno per partecipare alla crescita e al rilancio della città che amo". A Genova, troppo spesso, si gode più delle disgrazie altrui che delle proprie gioie. Dopo i rumors dei giorni scorsi, e qualche polemica di rito, la conferma è arrivata dalla Regione Liguria che, dopo un confronto faccia a faccia con il Comune, ha designato a presidente della Fondazione Palazzo Ducale il noto conduttore TV.

Nell'ambiente la scelta non ha entusiasmato tutti.

La promessa è quella di seguire sulla scia del lavoro di Borzani che, polemiche su Modigliani a parte, ha portato a casa risultati più che dignitosi: 600mila presenze nel 2016 e un programma 2017-2018 ricco di eventi, dalla mostra dedicata a Vivian Mayer e a quella su Picasso, alla prima fiera nazionale dell'editoria indipendente 'BookPride 2017′.

Il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, ha spiegato "La scelta risponde all'esigenza di individuare una persona capace e competente, ma anche in grado di portare innovazione e fantasia in istituzioni che hanno bisogno di guardare al futuro e non cullarsi nel proprio passato".

Paolo Kessisoglu, spalla comica da oltre 25 anni di Luca Bizzarri, ha affidato il suo commento relativo alla nomina alla presidenza di Palazzo Ducale al Secolo XIX.

Ora ci sarà da sperare che, nonostante l'entusiasmo, Bizzarri riesca a conciliare il nuovo incarico con i numerosi impegni televisivi.