Pd sul consiglio comunale e l'assestamento di bilancio

Regolare Commento Stampare

Per quanto riguarda il Bilancio, la manovra per l'anno in corso ammonta a 23,18 milioni di euro con una riprogrammazione di una serie di spese, tra cui 2,5 milioni di euro in più.

Un avvio non semplice rispetto al passato, dato che il primo nodo da sciogliere è quello dell'elezione del presidente del Consiglio comunale; i candidati sono due, ovvero Lucio Lonoce, il consigliere più suffragato in assoluto, e sostenuto dal suo partito, il Pd, e l'ex procuratore Franco Sebastio, che ha offerto la propria disponibilità nella riunione di maggioranza di sabato.

Tuttavia "dalla data di approvazione del bilancio ad oggi - ha aggiunto - sono emerse situazioni e o intervenute norme che meritano di essere analizzate singolarmente: la legge di stabilità 2017 ha previsto l'abolizione della Tasi sull'abitazione principale - ha spiegato Faiola - nonché l'introduzione di agevolazioni Imu sui comodati gratuiti, gli alloggi a canone concordato, nonché modificato la disciplina di esenzione per i terreni agricoli. Risorse trasferite al Comune di Bari che ha deciso di destinarle agli interventi sociali attraverso il finanziamento del servizio di accoglienza a bassa soglia presso i moduli abitativi della Croce Rossa Italiana, in via di Maratona, delle case di comunità destinate alle persone senza dimora e sottoposte a sfratto esecutivo con l'ampliamento di ulteriori 120 posti letto, del centro di accoglienza notturna per adulti in difficoltà, di un servizio sperimentale di home maker integrato SEMI in favore di minori con disabilità e del servizio Unità di strada che comprende il PIS e l'equipe di contrasto alle dipendenze da droga, alcol e gioco".

Proprio su questo punto a fare rumore sono stati i consiglieri comunali di SiAmo Fragagnano Michele Andrisano e Annarita Massaro che non hanno preso parte ai lavori della seduta lamentando il mancato ricevimento della documentazione richiesta, utile a svolgere con maggiore serenità e consapevolezza il mandato elettivo.

Rinviati: l'approvazione del Documento unico di programmazione 2018-2020 e del Regolamento comunale per la disciplina della concessione in uso di strutture ed impianti sportivi comunali. Nel capoluogo salentino, l'attribuzione del premio di maggioranza al sindaco ha provocato un ricorso al Tar da parte del centrodestra che è all'opposizione.

Non è passata inosservata nemmeno la decisione dei consiglieri targati Lega Nord di disertare l'aula durante l'esecuzione dell'inno nazionale, come peraltro avevano fatto anche durante la seduta precedente Tant'è che il sindaco Cecchin, durante il botta e risposta verbale relativo alla discussione sul fondo crediti di dubbia esigibilità, non ha perso occasione per farlo notare. Il secondo invece intende istituire anche a Bari il Reddito Energetico come adottato dal Comune a 5 Stelle di Porto Torres.