Palmi (RC): Ex Pentito ucciso in un agguato

Regolare Commento Stampare

È stato raggiunto all'addome da colpi d'arma da fuoco esplosi da un fucile; così per Pasquale Gagliostro non c'è stato nulla da fare. Una ferita mortale per Pasquale Gagliostro, 53 anni, non nuovo ai casellari giudiziari. L'omicidio è avvenuto in contrada Garanta, zona tra Seminara e Palmi.

I carabinieri della Compagnia di Palmi stanno sentendo in queste ore i familiari ed i conoscenti della vittima. Il 53enne é stato, infatti, ucciso stamane in un vero e proprio agguato nelle campagne di Palmi.

In passato aveva reso dichiarazioni in diversi procedimenti: era stato ascoltato anche nell'ambito delle indagini sulla scomparsa del piccolo Tommaso Onofri, a Parma. E, recentemente, Gagliostro aveva anche parlato di un presunto progetto di attentati ai danni dell'allora procuratore aggiunto di Reggio Calabria, Nicola Gratteri, oggi procuratore della Repubblica a Catanzaro. L' operazione, denominata "Operazione Oro", era stata condotta dal Procuratore distrettuale di Reggio Calabria Salvatore Boemi, dai sostituti procuratori Giuseppe Verzera e Francesco Mollace, e dal dirigente della Squadra Mobile reggina Roberto Di Guida. Ma è all'indomani del suo pentimento, nell'aprile del 1995 che la collaborazione di Gagliostro con gli inquirenti sortì i primi effetti: con il fermo di ben 30 persone. Sono, inoltre, in corso rilievi da parte della S.I.S. Gagliostro, soprannominato "il pistolero", nel 1993 aveva subito un altro agguato.