Ddl Concorrenza è legge ma già infuriano le polemiche

Regolare Commento Stampare

La ministra per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, il via libera al ddl concorrenza e' "un risultato non scontato, possibile solo grazie alla stretta collaborazione con la quale hanno lavorato i singoli ministri e le strutture interessate, i relatori e i Gruppi parlamentari, in particolare quelli di maggioranza". Palazzo Madama ha approvato la fiducia chiesta dal Governo con 146 voti favorevoli e 113 contrari.

RC AUTO: TORNA IL TACITO RINNOVO - Un emendamento approvato in Commissione attività produttive reintroduce il meccanismo del tacito rinnovo delle polizze in scadenza del ramo danni.

La fine del mercato tutelato dell'energia elettrica e del gas e' fissata per il 1° luglio 2019. Un altro stop va al monopolio di Poste sull'invio di multe e notifiche, previsto per settembre 2017.

ODONTOIATRI - Ogni società deve avere un direttore sanitario iscritto all'albo degli odontoiatri.

SCONTI RC AUTO AL SUD E CON SCATOLE NERE: Sconti per chi installa la scatola nera e per i 'virtuosi' che non causano incidenti da 4 anni e vivono nelle province a piu' alto tasso di sinistri. Entro un anno dall'entrata in vigore della norma, il governo adotterà un decreto sull'obbligo di installare la scatola nera.

Regole più semplici per chi vuole disdire un contratto di telefonia o un abbonamento alla pay tv: potrà farlo con una procedura semplificata per via telematica, si potrà disdire il contratto con le stesse modalità con cui è stato attivato, anche telefonicamente.

Novità anche sui Fondi Pensione: anche i disoccupati da 24 mesi potranno ottenere dal proprio fondo di previdenza complementare l'anticipo della rendita pensionistica integrativa sotto forma di rendita temporanea.

NESSUNA MODIFICA A SOCIETA' INGEGNERI E AVVOCATI - Le prime restano fuori dal controllo dell'Ordine, le seconde continuano a dover avere fra i soci, per almeno due terzi del capitale sociale, avvocati iscritti all'albo.

FARMACIE, TETTO 20% A SOCIETA' CAPITALI: Le società di capitale potranno controllare le farmacie, ma dovranno rispettare un tetto del 20% su base regionale.

"Certo - continua la nota - non possono sottacersi i passi indietro della versione approvata rispetto al testo originario, tuttavia la direzione è quella giusta: la concorrenza e' un cardine per lo sviluppo del Paese, per abbassare i prezzi, ridurre le diseguaglianze, stimolare l'innovazione e aumentare il benessere dei consumatori".