Audi Cup: Napoli ko 2-1 contro l'Atletico Madrid

Regolare Commento Stampare

La partita è valevole per la prestigiosa Audi Cup.

Al termine della sfida tra Atletico Madrid e Napoli, Maurizio Sarri è intervenuto nella sala stampa dell'Allianz Arena per analizzare la sconfitta della sua squadra. Siamo riusciti a fare bene fino al 65′. Azzurri spesso nella metà campo avversaria, pericolosi in più di un occasione. Sul pareggio di Torres (28') e sul gol vincente di Vietto (36') entrambi gli attaccanti si sono ritrovati soli, liberi di concludere a rete. Ad assumersi la responsabilità della trasformazione della massima punizione è Arkadiusz Milik, tornato dal primo minuto al centro dell'attacco in luogo di Dries Mertens: il centravanti polacco viene però ipnotizzato da Oblak, che respinge il tentativo poco convinto dell'ex Ajax. Il quale si ripete allo scadere del tempo su un tiro a rientrare di Insigne con la deviazione in angolo. I gol dell'Atletico Madrid sono stati segnati entrambi nel secondo tempo. L'azione è tutta di prima, col pallone che arriva sulla velocità di Ghoulam, il migliore: il cross dell'algerino è un piccola perla, resa ancora più bella dalla conclusione al volo di Callejon per il vantaggio napoletano.

Finisce 2-1 per l'Atletico Madrid la prima gara internazionale del Napoli di Sarri targato 2017/2018. Quando la partita e la finale dell'Audi Cup sembravano in tasca, la squadra di Simeone si risveglia e trova nel finale la doppia marcatura che stende il Napoli.

Sulla preparazione: "Noi di questo tipo di avversari abbiamo sicuramente bisogno ma con questa temperatura era difficile giocare i ritmi". Insomma, il Napoli ha un meccanismo ben collaudato e un collettivo che ormai gioca a memoria e ha instaurato un rapporto di grande intesa in campo e fuori nel corso degli anni: quello che manca è la capacità di restare lucidi nei momenti di difficoltà e non andare in blackout in determinate situazioni di gioco, soprattutto in fase difensiva.