Fisco autonomi: arriva la proroga per i versamenti

Regolare Commento Stampare

Va ricordato che il modello 770/2017 unifica i precedenti modelli 770 Semplificato e 770 Ordinario: il primo utilizzato per comunicare i dati fiscali relativi alle ritenute relative al lavoro dipendente e autonomo, il secondo riguardano i versamenti e le eventuali compensazioni effettuate.

E' quanto ha comunicato il Mef.

Ufficiale: proroga 770 al 31 ottobre 2017 e imposte al 20 agosto anche per autonomi. Il Presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, Massimo Miani, richiamava invece la "assoluta necessità di estendere anche ai professionisti la proroga dei versamenti al 20 agosto, ricomprendendo al suo interno tutte le imposte e i contributi dovuti sulla base della dichiarazione e non soltanto le imposte sui redditi".

Anche i lavoratori autonomi potranno effettuare i versamenti delle imposte con una lieve maggiorazione, a titolo di interesse, pari allo 0,40 per cento.

Il Mef anticipa così i contenuti di un Dpcm in dirittura darrivo, predisposto su proposta del ministro dell'Economia e delle Finanze. I versamenti interessati dalla nuova scadenza sono quelli derivanti dalla dichiarazione dei redditi, dalla dichiarazione Irap e dalla dichiarazione Iva. In arrivo anche un altro decreto del presidente del Consiglio dei ministri, con il quale viene prorogato, al 31 ottobre 2017 il termine per la presentazione della dichiarazione dei sostituti dimposta (modello 770/2017) e di quelle dei redditi e Irap.

[1] Comunicato n. 131 del 26.07.2017. Esclusi, dunque, professionisti e autonomi.

Il comunicato del Mef - cui seguirà un ulteriore DPCM - rende noto anche che l'invio telematico del modello 770/2017, della dichiarazione dei redditi e del modello Irap è stato anch'esso oggetto di proroga: il nuovo termine di scadenza sarà il prossimo 31 ottobre 2017.

Proroga ufficiale quindi invio telematico di modello 770, dichiarazione dei redditi e Irap, oltre che per i versamenti delle imposte sui redditi, estesi ad autonomi e professionisti: le novità comunicate oggi non possono che accompagnarsi alle solite ma inevitabili polemiche. Con la proroga dei versamenti dei redditi da lavoro autonomi cade la distinzione e si uniforma ai trattamento dei redditi d'impresa.