Usa. Senato boccia revoca Obamacare proposta da repubblicani

Regolare Commento Stampare

Con 45 voti favorevoli e 55 contrari la proposta che contemplava la revoca di Obamacare è stata respinta, rinviando quindi ad un secondo momento la sostituzione dell'Affordable Care Act. Contro l'emendamento hanno votato anche sette senatori repubblicani.

Come salterebbero i finanziamenti federali che hanno permesso l'allargamento del Medicaid, l'assistenza sanitaria pubblica per i più poveri, che negli Stati dove è stato applicato ha determinato un netto aumento delle persone assicurate. Regna un clima di tensione in attesa del voto sulla riforma sanitaria e Trump prosegue scrivendo "I democratici hanno preso in preso in giro la gente abbastanza". Un risultato ottenuto di misura, grazie al voto del vice presidente Mike Pence, che per l'occasione aveva presieduto la seduta. "Abbiamo promesso agli elettori di eliminare e sostituire la disastrosa Obamacare".

"Il Senato deve ora approvare una legge e farla arrivare sulla mia scrivania in modo tale da poter finalmente porre fine ai disastri dell'Obamacare, una volta per tutte", ha detto il presidente in una nota diffusa dalla Casa Bianca, esultando per il via libera del Senato all'avvio del dibattito per la riforma.

Anche se il capogruppo repubblicano Mitch aveva previsto la cancellazione in due anni.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.