Blitz della Polizia in stazione a Milano Controlli serrati delle forze dell'ordine

Regolare Commento Stampare

L'operazione di polizia in corso è un blitz interforze che vede la partecipazione di polizia e carabinieri per contrastare la criminalità che imperversa da tempo sul posto, a prescindere dai controlli generalizzati alle persone presenti. Questo il commento del presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, sui nuovi controlli della Polizia scattati oggi in piazza Duca da Aosta a Milano. Il dispositivo delle forze dell'ordine ha bloccato le vie limitrofe della stazione Centrale, le metropolitane (grazie alla collaborazione di Atm) e la stazione Centrale, dove agenti della Polfer hanno chiuso i cancelli facendo entrare solo i turisti in partenza.

Una vasta operazione di Polizia, un servizio di controllo e prevenzione e controllo disposto dal questore di Milano Marcello Cardona e dal Prefetto di Milano Luciana Lamorgese, che impiega numerosi uomini incaricati di sgomberare il polo ferroviario, più volte al centro di polemiche per la presenza di sbandati e con notevoli problemi di gestione della sicurezza. All'arrivo degli agenti in piazza Duca d'Aosta molte delle persone oggetto di indagine si sono allontanate ma sono state poi bloccate nelle vie intorno. La tensione è particolarmente alta dopo l'accoltellamento di un poliziotto da parte di un clandestino della Guinea, il 31enne Momodou Saidou Diallo avvenuto lo scorso 17 luglio.

Per le esigenze di ordine e sicurezza pubblica, sono stati impiegati anche equipaggi dei Reparti Mobili e dell'Arma dei Carabinieri. Il dirigente del Compartimento della Polizia Ferroviaria per la Lombardia provvede ai medesimi controlli all'interno della Stazione.