Angelina Jolie: "Piango sotto la doccia ma mai davanti ai miei figli"

Regolare Commento Stampare

Nel settembre dello scorso anno, la notizia del divorzio tra Angelina Jolie e Brad Pitt rimbalzava sui giornali di tutto il mondo e venivano avanzate diversi ipotesi sui motivi della rottura di una delle coppie più affascinanti e amate di Hollywood. "Il nostro stile di vita non ha avuto in nessun modo degli effetti negativi sul rapporto con Brad", ha spiegato. Non era quello il problema, questa è una delle opportunità meravigliose che siamo stati in grado di dare ai nostri figli' ha spiegato l'attrice.

"È stato molto bravo nel capire che loro avevano bisogno di un nonno in questo momento". "Piango sotto la doccia, pur di non farmi vedere".

I due si sono conosciuti sul set di "Mr & Mrs Smith" e, dopo alcune voci che avrebbero voluto #Jennifer Aniston involontaria scopritrice del tradimento (all'epoca la star di "Friends" era la moglie di Pitt), i due hanno ufficializzato il fidanzamento. Bella la definizione dei figli: "Sono sei individui dalla personalità forte, riflessivi, con i piedi per terra". "Penso sia molto importante piangere sotto la doccia e non di fronte a loro". I ragazzi - Maddox (15 anni), Pax (13 anni), Zahara (12 anni), Shiloh (11 anni) e i gemelli Vivienne e Knox (9 anni) - vivono con la mamma nella loro nuova abitazione a Los Feliz, in California.

Stiamo tutti cercando di guarire e di archiviare qualsiasi questione...i miei figli non hanno ancora superando il divorzio, stanno cercando di guarire dalle difficoltà della vita.

E' la famiglia quindi al centro della sua vita e parla anche di suo padre: "Crescendo sono sempre stata molto preoccupata per mia madre". Rispondendo alle domande di Evgenia Peretz, la Jolie si è limitata a dire che "ci prendiamo cura l'uno dell'altro e della nostra famiglia e stiamo lavorando insieme per raggiungere lo stesso obiettivo". - ha ammesso Angelina Jolie - Devono sapere che tutto andrà bene anche quando noi non ne siamo sicuri. "Sto cercando di essere una brava casalinga, di lavare i piatti, leggergli le storie prima che vadano a letto". Dopo la doppia mastectomia a cui l'attrice americana si è sottoposta nel 2013 per ridurre il rischio di insorgenza del cancro al seno, in una lunga intervista a Vanity Fair ha raccontato di aver dovuto affrontare anche la paralisi di Bell, una sindrome causata da un danno ai nervi del volto, che provoca la perdita di tono muscolare e una sorta di "caduta" della faccia. "Credo sia questo che rende una donna completa". È la mia passione. Su richiesta dei miei figli ho iniziato a frequentare un corso di cucina.