Calendario Serie A 2017/2018: come cambia il campionato

Regolare Commento Stampare

Mercoledì 26 luglio, alle ore 18.15, verrà effettuato il sorteggio per stabilire il calendario e le 38 giornate della nuova Serie A TIM 2017/2018. Da segnalare che si giocherà regolarmente il 23 e il 30 dicembre, circostanza storica per il massimo campionato italiano. Non ci sono possibilità invece di affrontare la caldissima sfida (che rischia di essere ancor più sentita dopo il caso Bernardeschi) contro la Fiorentina già affrontata in apertura della scorsa stagione, e contro l'Udinese avversaria della 1a giornata nel 2015/2016.

Domani verrà sorteggiato il calendario della prossima Serie A che partirà domenica 20 agosto e si chiuderà domenica 20 maggio. Cinque invece le domeniche in cui non si giocherà: il 3 settembre, l'8 ottobre, il 12 novembre e il 25 marzo a causa degli impegni delle nazionali, il 14 gennaio per un turno di sosta.

LE REGOLE DEL SORTEGGIO - Come sempre il sorteggio, realizzato tramite un algoritmo informatico, dovrà rispettare alcuni paletti: non potranno esserci derby alla prima giornata e le squadre della stessa città dovranno alternarsi tra casa e trasferta. Non solo: nel primo turno non potranno scontrarsi le squadre impegnate nei preliminari di Champions ed Europa League (e cioè Napoli e Milan). Tre i turni infrasettimanali di mercoledì, da giocare il 20 settembre, il 25 ottobre e il 18 aprile.

A partire dalla stagione 2017-2018, tra l'altro, cambieranno anche gli orari delle partite. La Roma inizierà sicuramente in trasferta e non potrà giocare contro Lazio, Milan, Genoa, Udinese, Chievo e Verona. Analizzando le varie ipotesi, in teoria sarebbe possibile qualche big match come Juventus-Roma, Inter-Juventus o Napoli-Juventus, già alla prima giornata di Serie A. L'Inter giocherà sicuramente a San Siro, ma non con Lazio, Atalanta, Sampdoria, Chievo e Verona. Non sono dunque escluse partenze col botto.