Hiv: bimba smette terapia e il virus non torna

Regolare Commento Stampare

Cerchiamo di fare chiarezza e di capire cosa sta succedendo in queste ore.

Per questo motivo attualmente non è possibile debellarlo dall'organismo come invece avviene con l'Hcv, ma solo indurlo in remissione, ovvero il soggetto risulta infetto ma il virus non si replica e non risulta contagioso. Infatti meno dell'1% delle persone che hanno contratto il virus sono capaci di fermarne la replicazione. E per i successivi otto anni e mezzo non ne ha più avuto bisogno.

Una bambina sudafricana 12enne è diventata il terzo caso al mondo di minore ad aver sconfitto l'Aids.

Gli altri due casi simili riguardano una bambina francese, trattata fino a 6 anni di età e che fino ai 20 non ha mostrato segni di ritorno del virus, e un neonato del Mississippi in cui però l'Hiv è tornato due anni dopo aver interrotto le terapie.

La terapia antiretrovirale ha risultati positivi sui neonati contagiati dal virus HIV? Lo studio è iniziato nel 2014 e i primi soggetti sottoposti a terapia precoce potrebbero sospendere a breve il trattamento.

La bambina sudafricana fa parte di uno studio di ricerca finanziato dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases con a capo l'esperto mondiale di Aids, Anthony Fauci.