Gazzetta dello Sport De Rossi, candeline speciali: "Roma, stavolta vinciamo noi"

Regolare Commento Stampare

In occasione dell'evento organizzato nell'ambito della International Champions Cup, nel pomeriggio americano (dalle 14 alle 15 ora di Boston, 20-21 italiane) Daniele De Rossi prende parte ad un evento promozionale del prestigioso torneo amichevole in corso negli Usa, assieme a Paolo Maldini, ex capitano del Milan e attuale direttore tecnico del Miami Fc. Proseguendo: giù dal podio troviamo al 4 posto il difensore Perrin del St. Etienne (14 stagioni, 353 partite), al 5 il portiere Rui Patricio dello Sporting Lisbona (11 stagioni, 412 partite), al 6 il centrocampista Kingdel Leicester (10 stagioni, 363 partite) e al 7 l'attaccante Thomas Muller del Bayern (9 stagioni, 394 partite) che rischia però di uscire presto di scena: diventato riserva nel Bayern allenato da Ancelotti, potrebbe nei prossimi giorni cambiare club. "E' una partita sempre sentita in maniera particolare nella nostra citta' piu' che a Torino, e' una gara che ci permette di avere una preparazione estiva di alto livello sin dall'inizio". Sicuramente differente. È un grande amico, continuo a sentirlo ed a messaggiarmi con lui ogni giorno, per non lasciarlo da solo. Ma bisogna andare avanti, lui affronterà una situazione nuova, noi anche andremo avanti, anche se senza Totti sarà diverso. Il giorno in cui un giocatore più giovane di te corre più veloce di te devi renderti conto del momento. Mi ha aiutato molto, anche nella nascita della passione per questo sport. Ma si può trovare molta qualità anche adesso, da 3-4 anni il nostro calcio è in crescita e il livello è aumentato.

(Dalla sala qualcuno urla: "L'arbitro!", ndr). E cioè quelli che hanno trascorso l'intera carriera con lo stesso club e non hanno mai giocato per un'altra squadra, non importa se solo in prestito. Penso che potremmo essere una outsider, come nel 2016, magari un po' più fortunati rispetto alla sconfitta ai rigori con la Germania. Se sarei contento di un campionato vinto dal Napoli in caso la Juve non ce la faccia? Se loro dovessero fallire voglio essere io a vincere.

"È davvero dura competere con loro, hanno dimostrato di essere un grande gruppo". Noi proveremo a fare del mostro meglio, se ci avviciniamo sempre di piu' a loro vuol dire che stiamo facendo qualcosa di grande. "Io ho ancora un paio d'anni per provarci".