Paparazzate compleanno della Canalis: assolti Lucarelli, Neri e Soncini

Regolare Commento Stampare

I tre erano accusati di avere rubato segreti e immagini a attraverso presunti accessi abusivi negli account di posta elettronica di diversi personaggi. Tra questi, le foto di Elisabetta Canalis nella villa di George Clooney, che Neri ha scippato dalla email delle invitate per poi passarle alla Lucarelli, che poi le propose a Chi. Neri si era difeso sostenendo di aver trovato le fotografie su 4Chan, Lucarelli e Soncini avevano negato di aver tentato di vendere gli scatti a Signorini.

Il giudice dell'XI sezione penale del Tribunale di Milano, Stefano Corbetta, ha assolto Lucarelli, Guia Soncini e Neri in parte con la formula del 'non doversi procedere' perché ha riqualificato uno dei reati contestati per i quali le presunte parti offese avrebbero dovuto presentare querela, in parte con la formula 'il fatto non sussiste'. Canalis, insieme all'altra showgirl Federica Fontana, era parte civile.

Detto che il reato c'è, nella sostanza, però, dopo la riqualificazione il giudice non ha potuto fare altro che dichiarare il proscioglimento per "mancanza di querela".

Le accuse che si riferivano al presunto accesso alla posta elettronica della soubrette Federica Fontana per sottrarle le 191 fotografie scattate alla festa del 32esimo compleanno di Elisabetta Canalis a Villa Oleandra, residenza dell'ex compagno della festeggiata, George Clooney.

I tre blogger, stando agli atti dell'inchiesta, erano accusati anche di aver preso o cercato di prendere dati sensibili di molti vip e negli atti erano saltati fuori anche i nomi di Mara Venier, Paolo Virzì e Scarlett Johansson.

Non nasconde la soddisfazione la Lucarelli che, su Facebook, ha così commentato la notizia della sentenza a lei favorevole: "Dopo 7 anni di processo e articoli infamanti (fino a ieri) sono stata assolta perché il fatto non sussiste". Oggi dico solo questo.

Per le altre due imputazioni contestate tra cui una presunta tentata vendita degli scatti di Canalis ed un trattamento illecito di dati personali, sono arrivate assoluzioni con formula piena. "Non oggi. Oggi è festa".