Morata al Milan: contratto da 10 milioni, pronto il super-colpo rossonero!

Regolare Commento Stampare

Come riportato da Premium Sport Montella e i dirigenti del Milan vogliono Belotti. "Leo è un guerriero e un leader e ci darà molto, sia in campo sia fuori". Adesso tocca al centravanti. La prima scelta? Belotti dal Torino. Urbano Cairo vuole i 100 milioni di euro della clausola (ricordiamo, vale solo per l'estero), ma il giocatore gradirebbe il trasferimento in rossonero.

L'attaccante spagnolo tuttavia, potrebbe cambiare idea di fronte alla straordinaria campagna acquisti messa in atto dai rossoneri in questo mese, e starebbe pensando di accettare un'eventuale proposta dalla dirigenza milanista, abbandonando la possibilità di giocare la Champions League per un anno, solo se da Mirabelli e Fassone dovessero arrivargli garanzie di un pronto ritorno ai vertici del calcio italiano ed europeo da parte del Milan. Bonucci è stato un colpo duro da assorbire e Morata aveva dichiarato che non sarebbe più tornato in Italia per ragioni affettive che lo legano alla Vecchia Signora, ma si sa che i grandi proclami sono fatti per essere smentiti nel momento in cui il Dio Denaro lo comanda.

Intervistato ai microfoni di 'Milan tv', Fassone conferma l'arrivo di un nuovo attaccante: "Sarebbe bello avere uno tra Belotti, Morata o Aubameyang". Sulla stessa linea Yonghong Li, proprietario e presidente del Milan: "Dal primo giorno avevo garantito acquisti per il Milan. Torneremo grandi in Italia ed Europa, sorprenderemo ancora i nostri tifosi". Poi, si penserà al mercato in uscita. Il club rossonero ha già investito la bellezza di 211 milioni per rifondare la rosa da affidare a Montella ma per completare il lavoro manca ancora un tassello. E in questo senso, affiancare Morata con trequartisti come Suso e Bonaventura, o con centrocampisti col vizietto del gol come Calhanoglu e Kessie, è un bel biglietto da visita per la prossima stagione per il Diavolo che si accinge a tornare di gran carriera lassù, dove gli compete. Sia Bacca che Niang, tuttavia, potrebbero lasciare Milanello e così la volontà di prendere almeno un altro attaccante diventerebbe anche una necessità. "Tanti sono arrivati, qualcuno arriverà ancora", dice il tecnico da Guangzhou, nella conferenza che apre il tour cinese.