Roma. Ostia, Raggi: "Con Vulpiani ripreso in mano il Litorale"

Regolare Commento Stampare

Nei giorni scorsi, la Raggi ha depositato ai pm una memoria difensiva in cui spiega che, a decidere l'ingaggio di Marra senior, sarebbe stato l'assessore al Turismo, Adriano Meloni. Così il commissario di Ostia Domenico Vulpiani a margine della presentazione di una iniziativa sportiva per bambini allo Stadio Giannattasio di Ostia insieme alla sindaca Virginia Raggi. "Del resto lo avevo chiesto io, sono fiduciosa".

La prima cittadina della Capitale è stata ascoltata dai pm come indagata nell'inchiesta concernente le nomine di Renato Marra alla Direzione Turismo e di Salvatore Romeo alla segreteria politica. La Raggi ha rilasciato le dichiarazioni spontanee davanti al procuratore aggiunto Paolo Ielo e al pm Francesco Dall'Olio.

Per quanto riguarda, invece, la nomina del vigile urbano Renato Marra la sindaca è sotto indagine per aver dichiarato alla responsabile anticorruzione del Campidoglio che aveva deciso lei da sola ogni dettaglio di tale scelta, senza consultare l'allora capo del personale del Campidoglio Raffaele Marra, fratello di Renato.

C'è un altro fronte aperto tuttavia: quello della nomina di Salvatore Romeo a capo della segreteria della Raggi: "Spiegheremo anche questo capitolo in una memoria difensiva - dice Mancori - anche quei non si è trattato di una nomina alla Caligola che elesse senatore il proprio cavallo ma sono state seguite alcune procedure". Mentre Raffaele Marra, già a processo per corruzione, rischia per la nomina del fratello un nuovo procedimento per abuso d'ufficio. Per i magistrati, quella promozione fu un abuso d'ufficio.

Nel fascicolo sulla nomina di Romeo entrano anche le tre polizze sulla vita che il funzionario intestò alla prima cittadina, sua cara amica, del valore complessivo di 41mila euro.