Ambiente. "Spighe Verdi" a 27 località: Marche, Toscana, e Campania al top

Regolare Commento Stampare

Sono 27 le località rurali che potranno fregiarsi del titolo "Spighe Verdi 2017", una sorta di "Bandiere Blu" rurali che, nelle intenzioni dei promotori (Confagricoltura e Foundation for Environmental Education Italia), si pone l'obiettivo di certificare i processi virtuosi dei comuni rurali, fornendo uno strumento che li guidi a scegliere strategie di gestione in un percorso che giovi, contestualmente, all'ambiente e alla qualità della vita della comunità.

Dopo la Bandiera Blu, la Bandiera Verde e l'inserimento nel circuito Borghi Storici Marinari d'Italia, Giulianova, unica città abruzzese, conquista anche il riconoscimento Spighe Verdi. Presente alla cerimonia per il Comune di Gaeta il Consigliere Comunale Luigi Coscione.

L'iter procedurale, messo a punto secondo lo schema UNI-EN ISO 9001-2008, ha guidato la valutazione delle candidature, permettendo alla Commissione di Valutazione il raggiungimento del risultato finale. Al gruppo di lavoro hanno dato un contributo diversi enti, dai ministeri competenti (Ambiente, Agricoltura, Cultura) al comando Unità tutela forestale, ambientale e agroalimentare dei Carabinieri fino all'Ispra e al Cnr.

Si va dalla partecipazione pubblica, all'educazione allo sviluppo sostenibile, dalla presenza di produzioni agricole tipiche, alla qualità dell'offerta turistica e non ultimo la funzionalità degli impianti di depurazione e della gestione dei rifiuti con un occhio particolare alla raccolta differenziata. "Dal rapporto tra agricoltura e sostenibilità dipenderà molto del futuro del nostro territorio - ha detto il presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti - da tempo siamo impegnati ad evidenziare e diffondere tutte quelle buone pratiche di sostenibilità ambientale, economica e sociale che le aziende già attuano o sperimentano".

Le "Spighe Verdi" 2017 sono state assegnate in 11 Regioni, due in più rispetto alla precedente edizione, il Lazio e l'Abruzzo, Marche, Toscana e Campania le treRegioni con il maggior numero di riconoscimenti; la prima con 6 località (Esanatoglia, Grottammare, Matelica, Mondolfo, Montecassiano e Numana), la seconda con 5 (Castellina in Chianti, Massa Marittima, Castagneto Carducci, Fiesole e Bibbona) ex aequo con la Campania (Agropoli, Positano, Pisciotta, Massa Lubrense e Ascea).