Palermo, arrestata una donna: picchiava le sue due figlie con violenza

Regolare Commento Stampare

È stata arrestata la madre della bimba di un anno mezzo che la settimana scorsa è stata ricoverata all'ospedale di Palermo con gravi lesioni cerebrali.

La donna aveva riportato la versione raccontata dalla figlia: la bambina aveva traumi al viso ed ai polsi a seguito di una rovinosa caduta mentre era intenta a giocare nel cortile dell'abitazione dove viveva con la madre ed i familiari del compagno (sottoposto agli arresti domiciliari). L'indagine ha accertato la reiterazione degli episodi di violenza commessi dall'indagata nei confronti della figlia, evidenziando come la donna avesse deliberatamente deciso di non portare la bambina in ospedale per le possibili iniziative che le Autorità avrebbero potuto intraprendere dopo aver accertato lo stato di salute complessivo in cui versava la piccola. L'indagine è iniziata dopo il ricovero del 15 giugno scorso della più grande delle sorelle di 2 anni e mezzo al pronto soccorso dell'ospedale di Partinico (PA) per un trauma facciale e la "frattura scomposta" di entrambi i polsi. Anche in questo caso i medici hanno riscontrato diverse lesioni in testa, tra le quali fratture all'arcata dentale, tumefazioni, escoriazioni multiple e morsi in svariate parti del corpo.

La piccola è stata accompagnata in ospedale dalla nonna, che ospitava abitualmente per periodi di circa 20 giorni al mese la nipote nella sua casa nel Comune di Balestrate. Anche in quella occasione, a richiedere il soccorso dei sanitari non era stata la madre della bambina, ma un altro componente della famiglia. La bambina fu trasferita d'urgenza presso l'ospedale "Di Cristina" a Palermo. Ricostruiti diversi episodi di violenza in un arco di tempo molto più ampio dello scorso mese di giugno. Secondo i Carabinieri sabato sera la madre ha picchiato più volte la figlia, facendole sbattesse violentemente il viso sul pavimento e contro alcuni infissi dell'appartamento.