Morte Paolo Villaggio: il racconto dei figli

Regolare Commento Stampare

A Paolo Villaggio non sono mancate le soddisfazioni in vita, dal David di Donatello come miglior attore protagonista per il film di Fellini al Leone d'Oro alla carriera (1992), dal Nastro d'argento per Il segreto del bosco vecchio al Pardo d'onore a Locarno (2000). Paolo Villaggio, in base al racconto dei figli dell'attore, è morto in seguito a delle complicanze per via del diabete, una malattia di cui soffriva da molto tempo.

I figli affermano che il padre vorrebbe essere ricordato con un funerale a San Pietro.

La figlia Elisabetta, riguardo al diabete, la malattia di cui soffriva il padre, ha detto: "Aveva il diabete e si è curato poco e male". "Lo diceva spesso scherzando 'se devo avere un funerale in chieda, lo voglio a San Pietro".

"Ora è libero di nuovo di vagare con la sua mente, perché nell'ultimo periodo stava male. Se n'è andato a poco a poco, non si è accorto di nulla". "Non è stato un rapporto facile, perché mio padre era assente, come molti di quelli che fanno questo mestiere - spiega Pierfrancesco - e ultimamente ho avuto occasione di stare vicino a lui, perché abbiamo lavorato insieme. Se a questo aggiungiamo il fatto che non ho mai avuto necessità di lavorare per mantenermi capirà che è stato difficile trovare la mia strada". Anche Elisabetta ha parlato di un rapporto complesso, "ma mi ha insegnato ad essere più forte. Non era una persona semplice in senso assoluto".