Sulmona, e la polemica delle donne che reggono gli ombrelli ai politici

Regolare Commento Stampare

La manifestazione promossa dal governatore D'Alfonso ha fatto discutere anche per gli ombrelli, o meglio per le donne dietro i relatori, che reggevano gli ombrelli.

Davvero non c'è nessun imbarazzo per una scenetta che richiama alla mente quelle foto datate di reucci, pascià e colonialisti?

Nulla di tutto ciò risponde Fabrizio Santamaita, portavoce del Presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso, che in un post sulla pagina Facebook del Governatore prova a spiegare il presunto "caso degli ombrelli" e parla di "una boutade estiva giustificabile solo da una domenica senza la possibilità di andare in spiaggia".

"Sono dispiaciuto che ci sia stata per qualche minuto una prevalenza degli ombrelli sui grandi temi che abbiamo affrontato, ma dall'altra parte so anche che purché se ne discuta va bene. Mi chiedo ma dove vogliamo arrivare?" Nella mia militanza ho fatto di tutto, attaccato manifesti, preparato sale che avrebbero ospitato ospiti importanti, eccetera.ma mai nessuno mi ha chiesto di riparare dal sole compagni di partito.

Fonderia Abruzzo, dalle “veline” siamo passati alle “ombrelline”
Donna con ombrello

Eppure le polemiche e le critiche per l'immagine trasmessa non si placano.

Per Maria Cecilia Guerra, senatrice di Articolo 1-Mdp, quella delle 'ombrelline' è "una immagine che dà tristezza". Non un solo volontario uomo. Ed è sferzante anche Beppe Grillo:"Un tempo si dibatteva sulla "donna oggetto", i dirigenti del Pd sono andati oltre e hanno inventato la "donna ombrello". Lì a prendersi l'acqua per conto loro. Ma qualcuno prova anche a dubitare: "Ci si ostina a vedere qualcosa che forse non c'è".

"Nessuno dei relatori, tutti rigorosamente uomini, sembra essersi posto un problema di genere". Nel dettaglio: durante due dei dibattiti svoltisi ieri alla Badia celestiniana di Sulmona, nel corso di Fonderia Abruzzo 2017, è stato necessario l'improvviso utilizzo di ombrelli per riparare i relatori dalla pioggia (al mattino) e dal sole (nel pomeriggio) poiché il palco era scoperto. Con la pioggia i microfoni rischiavano di non funzionare più, e ai volontari dell'organizzazione sono stati chiesti degli ombrelli. Due giorni di eventi all'Abbazia di Sulmona con tanto di dibattito finale a cui hanno partecipato il ministro alla Coesione territoriale Claudio De Vincenti e il Presidente dell'Emilia-Romagna nonche' della Conferenza Stato-Regioni Stefano Bonaccini. Anzi. Il governatore replica con una proposta (ovviamente ironica). Tenetevi pronti per il bando.