Gattinara: Da sabato 1° luglio al via i saldi estivi

Regolare Commento Stampare

Saldi 2017 estivi, si parte domani 1 luglio, calendario inizio e fine - E' arrivato il momento degli sconti in tutta Italia.

Per evitare le fregature, la Guardia di Finanza ha messo a punto un vademecum (GUARDA) "La legge prevede che i saldi non riguardino tutti i prodotti, ma solo quelli di carattere stagionale e quelli suscettibili di notevole deprezzamento se venduti durante una certa stagione o entro un breve periodo di tempo, in quanto fortemente legati alla moda", spiegano le Fiamme Gialle, ricordando che "il venditore è tenuto ad applicare lo sconto dichiarato; se alla cassa viene praticato un prezzo o uno sconto diverso da quello indicato, sarà bene comunicarlo al negoziante e non esitare, in caso di difficoltà, a contattare l'ufficio di Polizia Annonaria del Comune". Il budget? Variabile. Una ragazza conta di "arrivare a spendere 500 euro in mattinata, ma niente follie: cose che servono e che ho già notato in negozi che frequento abitualmente", spiega con un paio di borsine di abiti per cui ha già speso "circa 150 euro", mentre un'altra famiglia in coda davanti ad un negozio di accessori in pelle racconta "di non avere un limite". E' improbabile, per non dire impossibile, che a fine stagione il negozio sia provvisto, per ogni tipo di prodotto, di tutte le taglie e colori.

4 Consigli per gli acquisti.

2 Le vendite devono essere realmente di fine stagione: la merce posta in vendita sotto la voce "Saldo" deve essere l'avanzo di quella della stagione che sta finendo e non fondi di magazzino. Valutate la bonta' dell'articolo guardando l'etichetta che descrive la composizione del capo d'abbigliamento (le fibre naturali ad esempio costano di piu' delle sintetiche). Un commerciante, salvo nell'Alta moda, non può avere, infatti, ricarichi così alti e dovrebbe vendere sottocosto. Acquistate merce della quale conoscete già il prezzo o la qualità per valutare la convenienza dell'acquisto. "Ma soprattutto abbiamo pensato ad un evento di grande richiamo per attirare tanta gente in città e invogliarla a visitare le vie di Sondrio, con i negozi aperti e le vetrine illuminate fino a mezzanotte". Il prezzo deve essere esposto sempre chiaramente anche per gli articoli in vetrina. Si partirà come sempre con sconti più bassi che saliranno con il passare del tempo e toccheranno punte del 50 e del 70% nelle ultime settimane.

Attenzione che i prodotti a saldo siano dell'anno in corso e non delle stagioni degli anni passati! I prodotti esposti per la vendita devono indicare in modo chiaro e ben leggibile il prezzo di vendita al pubblico, mediante l'uso di un cartello; deve essere riportato il prezzo originario, la percentuale ( %) di sconto sul prezzo normale di vendita, il prezzo finale di vendita (quello scontato). Il consiglio e' di diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati.

Se pensate di aver preso una fregatura - avverte l'associazione dei consumatori - rivolgetevi al Codacons, oppure chiamate i vigili urbani.