Agenzia delle Entrate: avvisi falsi per raggirare contribuenti

Regolare Commento Stampare

Dal 1° luglio prossimo, il concessionario della riscossione non si chiamerà più Equitalia ma Agenzia delle Entrate-Riscossione e subentrerà in tutto e per tutto al vecchio ente riscossore, con qualche potere in più concessogli dalla sua appartenenza all'Agenzia delle Entrate. Infatti l'Agenzia è totalmente estranea a queste lettere e non hanno nulla a che fare con i precedenti avvisi, inviati di recente.

Agenzia delle Entrate - Riscossione verrà sottoposta all'indirizzo e alla vigilanza del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Equitalia non c'è più. Ma ci saranno novità procedurali nei prossimi mesi.

L'Agenzia delle entrate-Riscossione subentra a titolo universale nei rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali, delle società del Gruppo Equitalia. In alternativa, è possibile rivolgersi alla Direzione Provinciale di competenza o ancora a uno degli uffici territoriali della Direzione Provinciale dell'Agenzia delle Entrate.

Altra novità che potrebbe trasformare l'Agenzia delle entrate - Riscossione nel nuovo incubo dei contribuenti italiani, è la possibilità che il nuovo ente ha di accedere a tutte le banche dati e alle informazioni già in uso all'Agenzia delle entrate (Equitalia non poteva farlo). Sarà compito dell'Agenzia stipulare con le organizzazioni sindacali di categoria i contratti di lavoro e gli accordi collettivi per il personale dipendente.

Il numero telefonico del contact center telefonico rimarrà 06.0101 e continuerà a fornire informazioni agli utenti.

Negli sportelli ex Equitalia dovrebbero poi arrivare alcuni strumenti digitali per ridurre le file. L'assessore al Patrimonio Santo D'Alcamo: "A partire dalle rateizzazione del Suolo pubblico, dell'IMU, della TARI e da luglio anche dell'Acquedotto, l'Amministrazione ha messo in atto una serie di forme di agevolazione per andare incontro a tutti quei cittadini che manifestano la volontà di pagare".

Inoltre il contribuente che si rivolgerà allo sportello potrà essere riconosciuto direttamente tramite codice a barre con il proprio codice fiscale presente nella tessera sanitaria.

Infine l'App dovrebbe poter indicare al contribuente lo sportello dell'Agenzia delle Entrate - Riscossione più vicino, ma soprattutto il contribuente potrà visualizzare la situazione delle attese allo sportello e le fasce orarie disponibili per la prenotazione.