Shopping, dal primo luglio i saldi: i consigli di Confcommercio Caltanissetta

Regolare Commento Stampare

Tante le persone che approfitteranno degli sconti per fare acquisti. Durante il periodo dei saldi è accettato il pagamento della vendita con carte di credito.

I saldi rappresentano un affare quando si acquistano abiti dal taglio evergreen, utili per matrimoni, cerimonie e feste varie, capi di intimo o da notte, jeans, camicie, t-shirt non troppo "modaiole", shorts in denim e scarpe sneakers che non passano di moda.

Le vendite devono essere realmente di fine stagione: la merce posta in vendita sotto la voce "Saldo" deve essere l'avanzo di quella della stagione che sta finendo e non fondi di magazzino. Alla larga da quei negozi che avevano gli scaffali semivuoti poco prima dei saldi e che poi si sono improvvisamente riempiti dei piu' svariati articoli. Un suggerimento, a proposito di cartellini, è quello di non acquistare in negozi che non espongono in vetrina i due prezzi a confronto: quello vecchio e quello scontato. A volte basta qualche giro in più per evitare l'acquisto sbagliato o per trovare prezzi più bassi. Inoltre, prima di comprare un prodotto, è possibile controllare sul proprio smartphone che il prezzo non sia più alto di quello praticato sul sito ufficiale. In questo modo ridurrete il rischio di tornare a casa colmi di capi, magari acquistati anche a buon prezzo, ma dei quali non avevate alcun bisogno e che non userete mai.

Cercate di avere le idee chiare sulle spese da fare prima di entrare in negozio, in modo da essere meno influenzabili dal negoziante. Inoltre, consigliamo di creare una 'lista dei desideri' sulla versione online dei negozi dove intendete acquistare, in modo da averla sempre a disposizione. Ricordate: il riprezzamento in eccesso del prezzo originale del prodotto da parte dei commercianti costituisce una violazione della legge. Diffidate degli sconti superiori al 50%, spesso nascondono merce non proprio nuova, o prezzi vecchi falsi. Un commerciante non può avere, infatti, ricarichi così alti e dovrebbe vendere sottocosto. E' un fenomeno 'a rischio' soprattutto i primi e gli ultimi giorni di saldo. Diffidate dei marchi molto simili a quelli noti.

6 Servitevi preferibilmente nei negozi di fiducia o acquistate merce della quale conoscete già il prezzo o la qualità in modo da poter valutare liberamente e autonomamente la convenienza dell'acquisto. "Non può inoltre indicare prezzi ulteriori e diversi e deve essere in grado di dimostrare agli organi di controllo la veridicità delle informazioni relative al prodotto". C'è sempre grande interesse verso i saldi da parte dei clienti e sono sicuro che i colleghi avranno un approccio positivo alle vendite, forti dell'attrattiva dei loro punti vendita e della qualità della merce, fattori decisivi che stimolano gli acquisti. La merce in saldo deve essere inoltre separata in modo chiaro dalla 'nuova'. Diffidare delle vetrine coperte da manifesti che non vi consentono di vedere la merce. Diffidate dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati.