Mucca pazza, anziana muore nel Pistoiese. Torna il morbo della mucca pazza

Regolare Commento Stampare

La Mucca Pazza spaventa il Veneto.

Inizialmente, la donna di 75 anni era stata ricoverata a Padova per via di gravi problemi motori e cognitivi. In sostanza, non riusciva più a tenersi in piedi e non ricordava nulla. La situazione si è velocemente aggravata, tanto che i parenti dell'anziana hanno deciso di trasferirla a Verona, dove una squadra di scienziati sta studiando la malattia. La donna è stata sottoposta ad un esame del liquido spinale. Bocche cucite a tal riguardo in azienda sanitaria, dove assicurano che solo l'esame autoptico potrà chiarire la natura della malattia, ovvero se si tratta della variante umana o di quella bovina. Resta da chiarire, dunque, se si tratta alla forma sporadica o bovina e per i sanitari solo l'autopsia dopo il decesso potrà stabilirlo. La paziente infatti è in condizioni gravissime e ci sono poche possibilità di sopravvivenza poiché la patologia conduce gradualmente alla morte. MUCCA PAZZA IN ITALIA Secondo un articolo pubblicato sul Sole 24 Ore due anni fa, le regioni dove la malattia di Creutzfeldt-Jakob colpisce maggiormente sono Umbria e Valle d'Aosta; quella, invece, in cui si sono registrati meno casi è la Basilicata.

Potrebbe essere stato il cosiddetto morbo della "mucca pazza" a uccidere una donna di 76 anni a Pescia (Pistoia). Il primo caso di BSE avvenne nel Regno Unito nel 1986 quando il laboratorio centrale di veterinaria di Weybridge identificò, in un allevamento nella regione dell'Hampshire, un esemplare dal quadro clinico preoccupante.

In passato la psicosi Mucca Pazza aveva causato un vero e proprio tracollo per gli allevatori visto che la misura preventiva scelta dai consumatori era stata l'abolizione della carne bovina.

Mucca pazza, un caso nel padovano.