MotoGp: capolavoro di Vale Rossi in Olanda

Regolare Commento Stampare

A -16 Il 'Dottore' supera anche Marquez, mentre Vinales continua la sua rimonta dall'11esima posizione, portandosi al sesto posto. Per Rossi è stata una vittoria di tecnica, grinta e coraggio. A 8 dalla fine la pioggia cambia le carte in tavola. Diciamo che negli ultimi due giri ho immaginato che avesse smesso di piovere (ride, ndr). L'ultimo giro inizia con Rossi davanti a Petrucci e Crutchlow terzo, seguito da Marquez e Dovizioso.

Assen è un posto speciale - ha detto Rossi - ci sono tantissime persone vicine, sono felice per me e per la squadra, torno di nuovo in prima posizione. "Meglio di così non poteva andare", ha concluso Rossi. Dopo una bellissima battaglia con Valentino, riesce a portarsi a casa il secondo posto, dimostrando una maturità ormai raggiunta. Verso la fine della sessione si è formata una linea asciutta in pista e sono potuto essere più veloce.

Una bella rivincita per il pesarese, che se la gode ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD: "Sono contento per tante cose, però quella che mi rende più felice è essere tornato a vincere".

E cercheranno di farlo su un circuito che a dire si adatta alle caratteristiche delle loro moto (quella di Valentino apre con un telaio tutto nuovo). Intanto Dovizioso, che partiva dalla terza fila, risale sino a ridosso delle posizioni di vertice dopo una brutta qualifica. Dopo una qualifica deludente, Maverick ha cercato di recuperare più posizioni possibili. Comunque ringrazio Zarco! Questa tuta era nuova e doveva durare almeno fino al Gran Premio di MotoGp d'Austria.

MARQUEZ E' soddisfatto del suo terzo posto nel Gp d'Olanda Marc Marquez. Quando ho capito che spingere non era il massimo ho pensato alla classifica, anche perché mi è arrivato qualche segnale. Valentino Rossi trionfa ad Assen al termine di una gara mozzafiato e rompe un digiuno interminabile: era dal 5 giugno 2016, Gran Premio di Barcellona, che il Dottore non faceva bottino pieno. La Yamaha ci ha supportati come solito.

Valentino Rossi ancora una volta ha fatto la storia andando a vincere ad Assen a 38 anni, battendo Bayliss come vincitore meno giovane da quando esiste la MotoGP. "Io e Rossi siamo arrivati praticamente insieme seppur abbia perso 3-4 decimi nei sorpassi, è un peccato". Il pilota della Yamaha conquista sul circuito di Assen il primo successo stagionale, il 115° della sua straordinaria carriera, l'ottantanovesimo nella classe regina.