MotoGP Assen 2017, video festeggiamenti Valentino Rossi

Regolare Commento Stampare

Adesso Vale è a -7 dal nuovo leader del mondiale Andrea Dovizioso, che ha approfittato della caduta di Viñales e si è preso la vetta.

Zarco, Marquez, Petrucci, Rossi; questi i nomi delle prime 4 posizioni nella griglia di partenza. Dovizioso è arrivato quarto a 5.327, poi J.Milelr, Abraham, L.Baz, Iannone e A.Espargaro.

Quella che è andata in scena ad Assen, nell'università del motociclismo, è una delle sfide di MotoGP più entusiasmanti degli ultimi anni. Johann non ha chiuso il gas e quando Valentino ha raggiunto il punto di corda della curva successiva, l'avantreno della M1 di Zarco ha urtato il retrotreno della Yamaha di Rossi. Per questo alla fine il grande entusiasmo di Valentino Rossi risulta più che giustificato. "Marc ha fatto una specie di capolavoro, ha salvato il massimo possibile con una Honda non troppo a posto, come testimonia il tredicesimo posto di Pedrosa". Zarco spinge per andarsene in solitaria, ma i rivali non concedono spazio e sono in quattro a lasciare il gruppo. Dovizioso in testa alla classifica iridata. Marquez è invece terzo, mentre Vinales va ko, così alla fine, Petrucci è secondo, con Dovizioso che diventa primo nella classifica mondiale. Di conseguenza Rossi viene recuperato abbastanza agilmente da Petrucci e la gara si fa a dir poco enigmatica. Nell'ultimo settore ho visto che ero più veloce, ma all'ultima chicane ho trovato prima Barbera e poi, il giro dopo, Rins. Che Italia, che Rossi e che Ducati: Valentino conquista la prima vittoria stagionale, la numero 115 della carriera, al termine di una gara ricchissima di emozioni, resa incerta anche da qualche goccia di pioggia (proprio quando Rossi stava allungando) e tinta di tricolore. E poi è il decimo successo ad Assen, come a Barcellona, due tra le mie piste preferite, assieme al Mugello e a Phillip Island: sono fiero di esserci riuscito. Sono felice per me e per la squadra.

"Questa è una vittoria importante per tanti motivi - spiega - ma il più importante è essere tornato a vincere". Io lavoro per quello che si prova dopo un Gran Premio vinto. E poi trionfare dopo un anno è ancora più bello, sono 10 vittotrie ad Assen e ora siamo tutti più vicini in campionato. "In classifica cambia tutto da una domenica all'altra, ora vediamo cosa succede in Germania". "Se non riescono a pulirmela gli mando la fattura a casa.".

Perché battere Danilo Petrucci, secondo, è stato davvero difficile.

Petrucci ha avuto anche un battibecco con Rins nel giro d'onore: "Si è arrabbiato perchè l'ho sorpassato nel giro finale, ma lui era un doppiato - ha continuato "Petrux" - non so cosa volesse da me".