Moto GP, Assen: Zarco vola sulla pioggia. Rossi quarto

Regolare Commento Stampare

Un'altra prestazione fantastica del ternano, che è quasi deluso del risultato, visto che a lungo è stato virtualmente in pole position. La prima fila è completata da Danilo Petrucci con la Ducati del team Pramac. Poi con l'arrivo della pioggia ha perso prima la posizione si Dovizioso e poi su Crutchlow. "A pochi secondi dalla bandiera a scacchi era ancora in testa con lo strepitoso tempo di 1'46" 5, nonostante fosse stato ostacolato - involontariamente - da Pedrosa (12° alla fine). Abbiamo fatto un bellissimo lavoro su una pista dove facciamo fatica di solito. Anche perché, di nuovo, la sua è la prima delle Ducati... Lingue non molto diverse, se non è quella di Tavullia "centro" è quella di Babbucce, si sono ascoltate in Moto 2 con Franco Morbidelli che non solo è tornato di nuovo alla vittoria, ma lo ha fatto con una condotta di gara piena di buone scelte tattiche e sorpassi chirurgici contro avversari forti, determinati e fermamente disposti a non concedergli nulla. Ora dobbiamo aspettare il tempo e le condizioni. Dietro di lui siamo in tanti molto vicini: "Io spero di usare il buono emerso oggi e riuscire a migliorare per domenica".

Valentino Rossi sin dai primi giri si mette al comando della tabella tempi. Attardato anche Maverick Vinales.

Andrea Iannone, anche senza la presenza di Belen Rodriguez nei box, [VIDEO]non si scrolla di dosso i problemi che lo accompagnano al suo primo anno in sella a una Suzuki: al termine delle prove di oggi si è fermato al 14° posto con quasi un secondo e mezzo di distacco da Viñales. Il meteo olandese, ballerino fino a questo momento, potrebbe scombussolare i piani dei piloti nella gara di domani e dunque bisognerà lavorare su ogni minimo dettaglio se non si vorrà farsi trovare impreparati. "Forse sul bagnato estremo ero ancora più veloce".