Moto Gp: ad Assen trionfa Rossi davanti a Petrucci, campionato riaperto!

Regolare Commento Stampare

Stravince Valentino Rossi con Danilo Petrucci che gli ha fatto da ombra sulla linea del traguardo così come lo ha fatto fino agli ultimi giri del Gran Premio.

Poco dopo, Petrucci si inventa un sorpasso assurdo, sorpassa anche Marquez e si porta a ridosso di Valentino Rossi, leader della corsa.

14/26 - Attenzione! Clamorosa caduta di Vinales che è fuori e per poco non viene investito da Dovizioso.

Sono contento per il secondo posto, è un bel piazzamento ma avevo preparato tutta la gara per gli ultimi tre giri quando eravamo solamente io e Valentino.

"Assen è un posto speciale perché la pista è fantastica il pubblico caloroso e vicino, sono felice per me e per la squadra".

Inizia la gara e subito Valentino Rossi parte con la sua strategia, martellare Petrucci, fargli sentire la sua pressione e così, dopo aver superato Zarco e Marquez, è tempo di guerra "in famiglia".

DOVIZIOSO Ottima prestazione di Andrea Dovizioso oggi ad Assen. In testa, ora, c'è Andrea Dovizioso con i tre di testa racchiusi in 7 punti.

"Me la godo, dopo un anno è ancora più bello e anche nel 2017 una l'abbiamo vinta". Anche quest'anno sono riuscito a vincere una gara e me la merito per quanto fatto negli altri Gp e per la vittoria sfumata a Le Mans. Incredibile la gara del pilota della Ducati Pramac, che non ha mai mollato, mettendo la sua moto di traverso e rischiando in più di un'occasione.

Sullo scontro con Zarco, Rossi c'ha un pò scherzato sopra, dicendo che non aveva ben compreso che la distanza non era tale da poterlo superare in quel frangente e che, a causa di questo gesto, si è macchiata la sua tuta. "E' meglio che non mi incontri nel paddock, deve avere tanta paura...".

Sorride a metà, Danilo Petrucci. E' il quarto peggior risultato di sempre a questo punto della stagione, dopo il 2010 (anno del grave incidente al Mugello) e dopo il terribile biennio Ducati.

Nel frattempo Vinales ha deciso tutto da solo di riaprire il mondiale piloti uscendo di pista in modo rocambolesco, e siamo certi che l'errore commesso non lo farà dormire sereno stanotte. Gara molto difficile per Jorge Lorenzo che ha tentato il tutto per tutto cambiando moto alle prime gocce di pioggia ma alla fine ha chiuso al 15esimo posto. Peccato. E pensare che Rins si è pure arrabbiato con me. Poi Zarco si infila nuovamente, Rossi lo chiude e c'è un contatto.