Montella a casa Donnarumma, il Milan prova a riprendersi Gigio

Regolare Commento Stampare

Ma il portiere al momento è impegnato in Polonia con l'Under 21. Anche il Paris Saint-Germain ha provato a inserirsi nella corsa al giocatore, mettendo sul piatto un ingaggio faraonico, ma Donnarumma ha rifiutato la proposta: i tifosi rossoneri continuano a sperare e incrociano le dita per quel che riguarda la permanenza dell'erede di Buffon nel capoluogo meneghino. Anche ieri in campo non è stato il solito Gigio. Anche nel mondo del calcio, d'altronde, talvolta i rapporti contano più dei soldi. Il tecnico rossonero sarebbe stato accompagnato dal papà Vincenzo ed avrebbe incontrato i genitori di Gigio, in particolare il padre Alfonso sempre molto influente nelle scelte legate al futuro professionale del figlio. "Io non ho fatto niente, non ho mai detto che voglio lasciare il Milan".

L'affare di mercato più hot dell'estate è ancora lontano da una risoluzione definitiva, ma a piccoli passi ci si avvicina.

Nonostante tutto però Raiola, che forse tra le altre cose teme di poter perdere il controllo del ragazzo, non ha alcuna intenzione di mettersi di traverso tanto che in queste ore starebbe nuovamente riflettendo sull'opportunità di sedersi intorno al tavolo con il Milan e sull'eventuale cifra della clausola. Le sue parole, i toni e gli occhi sinceri hanno sicuramente rincuorato la famiglia Donnarumma, ultimamente attaccata su tutti i fronti con minacce che vanno ben oltre il gioco del calcio. Se Donnarumma ama davvero il club per cui fa il tifo fin da bambino e ha voglia di continuare a crescere con i colori rossoneri sulla pelle, non lo si può cedere poi dopo appena un anno. Ma al di là dei modi c'è la possibilità di trovare un accordo con base cash e qualche contropartita tecnica che la Fiorentina è disposta a ricevere.