Italia d'autorità, battuta la Danimarca all'esordio

Regolare Commento Stampare

Inizia al meglio l'Europeo dell'Italia Under 21: gli azzurrini di Di Biagio hanno sconfitto all'esordio la Danimarca per 2-0. Benassi e compagni torneranno in campo mercoledì 21, a Tychy, per affrontare la Repubbli Ceca, sconfitta al debutto per 2-0 dalla Germania. Centra il bersaglio invece capitan Benassi, il tiro ha pure un più che discreto effetto, ma viene scagliato da trequarti, e Højbjerg può metterci le mani.

Poche emozioni nel primo tempo del comunale di Cracovia, con le due squadre che si studiano, senza mai trovare l'acuto vincente. Il primo tempo è tutto qui, con gli azzurrini che non pungono e mostrano parecchia tebsione.

I cambi di Di Biagio riescono però a regalare altro brio in avanti: soprattutto Chiesa è il solito attaccante caparbio e capoccione. E l'Italia, sia pure ex aequo con la Germania, è prima nel girone, grazie al quarto portiere del Genoa, Lukas Zima, che parando un rigore a Selke, ha evitato il terzo gol dei tedeschi alla Repubblica Ceca nella gara delle 18, decisa da Meyer e Gnabry. In panchina: Briaschi, Calabria, Cataldi, Cerri, Cragno, Ferrari, Garritano, Locatelli, Pezzella, Scuffet. ARBITRO: Kruzliak (Svk) 6.

DANIMARCA (4-4-2): Hojbjerg 5.5; Holst 6, Banggaard 6, Maxso 5.5, Blabjerg 6; Hjulsager 6, Norgaard 6.5, Christensen 6, Borsting 5.5 (34'st Duelund sv); Ingvartsen 5.5 (27'st Zohore 5.5), L. Andersen 6 (35'st Hansen sv). A disp: Hagelskjær, Iversen, Nissen, J. Andersen, Pedersen, Nielsen, Jensen, Junker.

L'avventura azzurra agli Europei Under 21 in Polonia (partiti proprio ieri) comincia ufficialmente domani.