F1, Raikkonen mette in guardia la Ferrari: "abbiamo un problema davvero grosso"

Regolare Commento Stampare

Il compagno di squadra tedesco, Sebastian Vettel, ha il quarto miglior crono (1:41.841).

La seconda sessione di Libere ha visto Kimi Raikkonen tornare nelle posizioni di vertice della classifica dei tempi.

"Sono pronto a lottare con chiunque perché spetta al team decidere, non sono io che comando alla Ferrari - ha esordito Sebastian Vettel parlando del suo compagno di box per la stagione di F1 2018 - se potessi scegliere, terrei Raikkonen dato che abbiamo molto rispetto reciproco e questo risolve tanti problemi". Noi, invece, ci sediamo ad un tavolo e ci facciamo i complimenti a vicenda.

In casa Ferrari è difficile dire se sia stata una sessione positiva o meno.

Quanto al rinnovo del suo contratto. I meccanici del Cavallino hanno lavorato alacremente sulla sua SF70H, ma il guaio capitato al quattro volte campione del mondo ha richiesto più tempo del previsto impedendo al pilota di rientrare in pista per concludere il proprio programma. Non penso ci saranno sorprese. Abbiamo fatto fatica a portare le gomme in temperatura. Non c'è niente che parli a sfavore. "Saremmo stupidi a non ascoltarlo".

La Red Bull ha dimostrato di essere della partita, soprattutto con Max Verstappen. Il team austriaco lo sostiene da mesi. "Ciò nonostante, la nostra macchina è competitiva ovunque e quindi, nel corso del weekend, daremo il meglio e vedremo di riuscire a star davanti". Loro hanno contratti 'junior' mentre Vettel fu in grado di negoziarne uno diverso dopo il secondo titolo. Per la qualifica la Scuderia Ferrari ha utilizzato solo set di pneumatici Supersoft per entrambi i piloti.