Elezioni comunali, chiuse le urne. Exit poll: centrodestra in vantaggio a Genova

Regolare Commento Stampare

Oltre ai tre i capoluoghi di regione, sono 19 i capoluoghi di provincia al voto: Alessandria, Asti, Belluno, Como, Gorizia, La Spezia, Lecce, Lodi, Lucca, Monza, Oristano, Padova, Parma, Piacenza, Pistoia, Rieti, Taranto, Trapani e Verona.

GENOVA - Il candidato del centrosinistra, Gianni Crivello, parte in svantaggio con il 33,9%, rispetto allo sfidante di centrodestra Marco Bucci (38,8%).

Il Pd non nasconde la delusione per l'esito del secondo turno delle comunali che vede il centrodestra avanzare conquistando addirittura la roccaforte rossa di Genova. Gli aspiranti "Primo Cittadino" al ballottaggio erano due: Gianni Crivello per la coalizione di centrosinistra e Marco Bucci per il centrodestra. Il viminale aggiornerà i dati dell'affluenza delle 19 e delle 23. A Genova ha votato il 32,61% ma l'affluenza era stata bassa anche al primo turno: alle 19 era andato alle urne solo il 35,07%. Le operazioni di voto si sono concluse alle 23.00; lo scrutinio ha avuto inizio subito dopo il riscontro del numero dei votanti.

Una sfida per lo più a due, con il M5S sconfitto al primo turno e il centrodestra contro il centrosinistra quasi ovunque nei grandi centri. Il sindaco uscente del Carroccio si è attestato l'11 giugno al 40,3%, mentre l'esponente della lista civica del centrosinista ha sfiorato il 30%. Su Crivello convergono anche i voti di Paolo Putti, sostenuto da Sinistra italiana e Possibile di Pippo Civati.

TARANTO. Secondo il primo exit poll di Ipr Marketing-Istituto Piepoli per la Rai, a Taranto Melucci si attesta tra il 49%-53% dei voti, Baldassarri è al 47%-51%. In Emilia-Romagna c'è uno dei test più interessanti, Parma, dove l'ex 5 Stelle Federico Pizzarotti potrebbe confermare la sua amministrazione da indipendente.

CATANZARO - Sfida tra centrodestra e centrosinistra nella città calabrese con Vincenzo Ciconte, il candidato Pd, che con il suo 31% al primo turno tenterà di superare Sergio Abramo del centrodestra (39,7%). Al ballottaggio delle elezioni comunali a L'Aquila, secondo la prima proiezione Ipr per Marketing (riproduzione riservata), è in testa il candidato di centrodestra Pierluigi Biondi con il 52% sul candidato di centrosinistra Americo Di Benedetto al 48%. A contendersi da solo la poltrona da sindaco Pietro Savona del centrosinistra il quale, benché sia da solo, per diventare sindaco dovrebbe sperare in un'affluenza pari almeno al 50,1 per cento degli aventi diritto.