Calcio, Donnarumma non rinnova col Milan

Regolare Commento Stampare

L'input della proprietà è quello non accettare offerte, anche perché per noi, Donnarumma non ha prezzo. Il portiere, considerato tra i più forti al mondo nel suo ruolo, ci ha pensato bene. La decisione, scioccante ed impronosticabile, è stata probabilmente orientata dal noto procuratore di calciatori Mino Raiola, il quale ha gestito negli anni scorsi trattative che hanno sempre trovato lustro sulle prime pagine dei giornali sportivi, e non solo, come quelle per i trasferimenti di Ibrahimovic, Balotelli e Pogba. Questa è una decisione definitiva. Tuttavia dobbiamo rivedere le nostre valutazioni.

Ma dall'agente del giocatore, Mino Raiola, non è arrivata alcuna comunicazione entro i termini definiti dal club. Nel frattempo Donnarumma sarà a disposizione dell'allenatore ma non è esclusa l'ipotesi che il Milan possa tenerlo in tribuna per l'intera prossima stagione senza farlo giocare. Fassone, in una mini conferenza stampa in sede post faccia a faccia con Raiola durato una quarantina di minuti, sottolinea le responsabilità di Gigio. Dopo la comunicazione della decisione presa dal portiere rossonero.

L'offerta per il passaggio ai campioni d'Europa, riferisce Agipronews, vale appena 1,29 sul tabellone Skybet, uno scenario ribaltato rispetto a dieci giorni fa, quando si giocava addirittura a 20 volte la posta.

"Basta insultare la famiglia", "Gigio è un tifoso del Milan e chi lo insulta non lo è": ad Antonio Donnarumma, fratello maggiore di Gigio e anche lui portiere, anche se con meno fortuna del 18enne talento rossonero, non sono andate affatto giù le critiche e gli insulti via social piovuti sulla famiglia dopo la 'rotturà col Milan e via Instagram si rivolge "a tutte le Persone che non stanno facendo altro che insultare Gigio e tutta la nostra famiglia" per commentare il mancato rinnovo.