Azerbaigian, Hamilton in pole position: terzo Raikkonen, Vettel è quarto

Regolare Commento Stampare

Daniel Ricciardo vince il gran premio di Azerbaijan.

Proprio durante questa seconda Safety Car succede quello che solo nei nostri pensieri più oscuri pensavamo potesse succedere: Hamilton frena arrivando quasi a fermarsi e Vettel lo tampona. "Sono deluso perché senza tutto questo la mia macchina sarebbe andata bene" ha concluso. Per il pilota della Red Bull è la prima vittoria del 2017, la quinta in carriera. Ma lo choc del giorno è sicuramente Lance Stroll, sul podio, dopo i primi punti di due settimane fa in Canada. Ottima anche la gara di Bottas, ripartito ultimo e doppiato dopo l'episodio della toccata con Raikkonen, il giovane finlandese si è esibito in una rimonta entusiasmante, anche lui aiutato dalle disavventure altrui, ha poi coronato l'impresa con il sorpasso all'ultimo metro su Stroll. "Mi sono ritirato, ma quando la bandiera rossa ha fermato la gara abbiamo deciso di provare a tornare in pista". Dietro alla Rossa di Sebastian ci sono la Force India di Perez e la Red Bull di Verstappen. Il pilota della Mercedes riscatta così un venerdì opaco e soprattutto le qualifiche dello scorso anno quando chiuse decimo andando a sbattere contro le barriere. Manovra fantastica del ferrarista su Ocon che guadagna tempo e spazio nei confronti di Hamilton.

Tutti i protagonisti ne approfittano per effettuare la sosta ai box e alla ripartenza, al giro 16, Kimi Raikkonen perde componenti della sua Ferrari nel rettifilo principale costringendo la Direzione Gara ad un nuovo ingresso in pista della Safety Car.

Alle spalle delle 'frecce d'argento' ci sono le due Ferrari, con il finlandese Kimi Raikkonen in terza posizione che precede Sebastian Vettel. Un fallo di reazione punito dai commissari di gara con la penalità di 10 secondi proprio mentre l'inglese tornava ai box per sistemare la protezione per la testa che rischiava di saltare via. "Scintille anche per Hamilton e Vettel, con il tedesco che lo affianca e lo prende a ruotate, a causa di una frenata troppo brusca dell'inglese in regime di safety car, con i giudici di gara che infliggono 10" di penalità ad entrambi che di fatto nega loro il podio. Tra i ritirati Raikkonen e Perez e la Renault di Jolyon Palmer per problemi di motore.

Grazie ai piazzamenti di oggi Vettel è ancora primo in classifica generale con 153 punti, con 14 punti di vantaggio su Hamilton. Detto ciò, la linea di giudizio sembra essere che nel dubbio non si dà ragione alla Ferrari.

Si riprende al 19° ed Hamilton e Vettel vengono a contatto.

Conclusa la corsa però, le bordate, sono proseguite a favor di microfoni vista la rabbia condivisa per due possibili ottimi risultati buttati al vento.