Meteo, weekend bollente con l'anticiclone Caronte. Picchi fino a 40 gradi

Regolare Commento Stampare

L'Italia è interessata dall'anticiclone a matrice africana, Giuda che ha fatto impennare le temperature sopra i 33/34° su molte città italiane, soprattutto settentrionali, ma da Venerdì 23 sarà la volta dell'infuocato Caronte, il traghettatore infernale che ci trainerà nel cuore dell'estate. L'incremento dei tassi di umidità, inoltre, porterà con sé un maggiore disagio. Temperature massime in ulteriore lieve aumento: il clima sarà caldo e localmente afoso specie in Pianura Padana, con punte fino a 37-38°C. Primi segnali di cambiamento nella giornata di domenica al Nord: su queste regioni, insieme a un aumento dell'instabilità, e quindi del rischio di rovesci o temporali non più confinati soltanto ai rilievi, comincerà ad affluire aria leggermente più fresca con i primi cali nelle temperature. Questa assenza di precipitazioni sta aggravando la già critica situazione della siccità.

Tra oggi e domenica le temperature massime si spingeranno diffusamente tra i 34 e 36 gradi in Val Padana, con picchi locali di 36-38 gradi tra Lombardia meridionale ed Emilia, tra 32 e 34 gradi nelle interne del Centro Sud, picchi di 36-37 gradi sulle aree interne tra Toscana, Umbria e Marche.

La situazione non varierà di molto domani quando, eccezion fatta per qualche nube sparsa al mattino, dovrebbe esserci una giornata soleggiata. Come sabato, i venti deboli sono previsti per il pomeriggio.

ALTA PRESSIONE, SOLO QUALCHE TEMPORALE DI CALORE- L'anticiclone nord africano raggiunge ora la sua massima espressione; di conseguenza viene ora raggiunto il picco del caldo entro sanato. Nei primi giorni della prossima settimana, poi, tendenza a temperature altalenanti al Centronord, con una calura pertanto meno intensa e insistente.