Caldo africano, sabato il picco: quali saranno le città italiane più bollenti

Regolare Commento Stampare

Temperature in lieve rialzo, massime tra 27 e 32.

Scendiamo nel dettaglio, con il quadro barico della settimana appena iniziata, e l'anticiclone in risalita verso la penisola Iberica e la Francia, spinto da un fronte instabile che dall'oceano Atlantico andrà posizionarsi di fronte alla penisola Iberica, creando successivamente, soprattutto a partire da giovedì, un'ulteriore aumento dei geopotenziali e delle temperature in quota.

SUD: Sereno sui litorali, nubi sparse con ampie schiarite altrove. Però "è molto difficile ipotizzare che questa che stiamo vivendo sia l'unica ondata di caldo torrido di questa estate, visto che il picco di caldo generalmente si raggiunge tra la seconda metà di luglio e la prima metà di agosto". Nei prossimi giorni e nel weekend con la goccia che evolverà verso Est, l'anticiclone potrà rafforzarsi inibendo la maggior parte dei fenomeni: locali temporali di stampo pomeridiano sono attesi solamente sulle Alpi specialmente nella giornata di Domenica. Valori tra i 32 e i 34 °C sulle zone interne di Sardegna e Sicilia. Dopo il passaggio di Giuda ecco che il Bel Paese sarà oggetto delle attenzioni di Caronte, un anticiclone proveniente dall'Africa che porterà le temperature fino a livelli mai toccati negli ultimi 15 anni. Le giornate di venerdì e sabato saranno quelle che vedranno appunto arrivare il caldissimo Caronte. Anche l'afa sarà in aumento in particolare nei grossi centri urbani e durante le ore serali, con temperature percepite talora di oltre 36-38°C. I valori termici inizieranno a diminuire grazie all'aria atlantica che alzerà poi la cappa di umidità presente per cui, anche la prossima settimana tenderanno a diminuire gradualmente, portando leggero sollievo seppur passeggero in molte città italiane.