U21:Di Biagio, Danimarca molto cresciuta

Regolare Commento Stampare

Ieri sera è arrivata una preziosissima vittoria contro la Danimarca, grazie alle marcature di Pellegrini e Petagna. Mentre mercoledì prossimo al Tychy City Stadium i ragazzi di Di Biagio sfideranno la Repubblica Ceca (sconfitta questo pomeriggio proprio dalla Germania) dell'attaccante della Sampdoria Schick e il centrocampista dell'Udinese Jankto. A chiudere i conti è stato Petagna, puntuale e rapace a farsi trovare pronto e spizzare con il piede una palla proveniente dall'ottimo traversone di Chiesa. Al 35', infatti, dopo che era stato rimosso lo striscione, alcuni tifosi gli lanciano centinaia di banconote false e lui stizzito si lamenta con il guardalinee, prima che l'arbitro sospenda l'incontro per consentire a due inservienti di togliere le carte dalla porta.

Il ct va avanti con il 4-3-3 che gli ha permesso di arrivare in Polonia e ha già in mente gli interpreti per la partita inaugurale: in difesa Conti e Barreca presidieranno le fasce, Rugani e Caldara coppia centrale. Il terzino dell'Atalanta si conferma un gran corridore e lo ha dimostrato con l'ennesima grande prestazione stagionale. Superbe le prestazioni anche da parte del tandem Rugani-Caldara, sicuri e insuperabili in ogni situazione. Tentativo di cucchiaio (ma troppo teso e con poco effetto) per il terzino sinistro della Svezia che fa fare una bella figura a Pickford. Primo tempo dal ritmo molto basso e dalle scarse occasioni. La prima partita è sempre la più importate soprattutto con questa formula del torneo. Poi Hojbjerg para il tiro di Federico Chiesa. L'Inghilterra ha vissuto un buon momento di gara e Ward si è reso pericoloso ancora su punizione disinnescata da Cajtoft. Devastante il suo ingresso, questa potrebbe rivelarsi una soluzione micidiale per le prossime partite. Nel finale, però, è riuscito a ricaricarsi e a centrare il goal.